Furio & Ska-j Giovanni Falzone e le Mosche Elettriche al TrentinoInJazz

Giovedì 23 luglio al TrentinoInJazz il focoso ska in alta quota del popolare ensemble ska-jazz di Marco Forieri, in serata il tributo del trombettista siciliano a Miles Davis e Jimi Hendrix. Venerdì 24 FaRe Jazz Big Band e Daniele Malvisi Six Group.

Giovedì 23 luglio 2015: doppio concerto per una nuova giornata del TrentinoInJazz 2015, che porta sul palcoscenico naturale delle Dolomiti della Val di Fassa alle 14.00 la popolare band di Marco Furio Forieri, gli Ska-J! In Località Buffaure il sassofonista veneziano – 30 anni di carriera, noto per la militanza nei Pitura Freska – si esibirà insieme agli Ska-J, tra le più importanti formazioni di ska-jazz europee: gli Ska-J sono attivi dal 2000, suonano “98% di jazz e 2% di ska” e porteranno in alta quota un concerto che celebra i 30 anni di carriera di Furio, con uno spettacolo completamente dedicato ai brani scritti da lui per i Pitura Freska ma anche per Banda Osiris, Orchestra Casadei, SoVibes etc.

Sesto appuntamento per la sezione Valli del Noce, curata da Enrico Merlin con la direzione tecnica di Chiara Biondani: Giovanni Falzone e le Mosche Elettriche! Passando tra stili e generi differenti (jazz, rock, classico-contemporanea) e utilizzando sonorità e colori generati anche attraverso strumenti elettronici, il poliedrico trombettista siciliano aderisce alle linee-guida dei concerti delle Valli del Noce omaggiando Miles Davis (e Jimi Hendrix). Le Mosche Elettriche propongono un discorso musicale collettivo, basato sull’improvvisazione tematica, con strumentisti scelti da Falzone per il rapporto di complicità e intesa, grazie soprattutto alla loro sensibilità e capacità di recepire ogni piccolo segnale.

Anche per l’edizione 2015 TrentinoInJazz rilancia la sua originale fisionomia di network: il festival nasce infatti come “federazione” di rassegne preesistenti nelle valli della provincia di Trento ma oggi più che mai mostra unitarietà organizzativa e omogeneità artistica. Dal 24 giugno ai primi di settembre Panorama Music Festival anima il palcoscenico naturale delle Dolomiti della Val di Fassa, con concerti in alta quota. Coinvolto per la prima volta anche il MART di Rovereto, con appuntamenti unici nel loro genere tra musica e cultura contemporanea. Immancabile il Valsugana Jazz Tour, che riserva grande attenzione alle colonne del jazz internazionale e ai frizzanti Aperitivi Jazz. Presenti anche la Valli del Noce, all’insegna del jazz di frontiera quest’anno tutto italiano, con una dedica speciale a Miles Davis. Quattro concerti di lusso per il Lagarina Jazz, diretto dal giornalista Giuseppe Segala, con artisti di risonanza mondiale. La fase finale si svolge in autunno a Trento e Rovereto: Sonata Islands – diretta da Emilio Galante – dedicata ai connubi sperimentali tra jazz, rock e musica colta.

Clelia Tesone

E m'abbandono all'adorabile corso: leggere, vivere dove conducono le parole. La loro apparizione è scritta; le loro sonorità concertate. Il loro agitarsi si compone, seguendo un'anteriore meditazione, ed esse si precipiteranno in magnifici gruppi o pure, nella risonanza. Una delle più belle citazioni di Paul Valery per molti, come me, che crescono tramite una pagina, che sia letta, scritta o studiata.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: