Globe Theatre, in nome di Shakespeare e del Teatro

Ci siamo, il 2 luglio parte la stagione 2015 del Silvano Toti Globe Theatre, in tanti stavano aspettando Puck, Re Lear e Otello.

Qualcuno già pensava ad un’estate senza “Sogno”, ma fortunatamente Gigi Proietti e la “banda” del Silvano Toti Globe Theatre ce l’ha fatta. Anche quest’anno Shakespeare sarà in scena al teatro vittoriano perla di Villa Borghese, sono passati oltre 10 anni da quando la Fondazione Toti ha finanziati i lavori di costruzione sull’idea del direttore artistico. Una vita per il teatro e il teatro per la vita, Proietti in conferenza stampa è sincero e amareggiato “niente finanziamenti dall’Amministrazione Capitolina”, anche l’assessore alla cultura Giovanna Marinelli ride quando l’attore con un paio di battute magistralmente assestate va ricercando finanziamenti da sponsor privati.

Locandina 2015 GlobeI tagli alla cultura li conosciamo, circa il 27% in meno per musei, teatri, biblioteche e iniziative. Il Silvano Toti Globe Theater ha staccato 56 mila biglietti la scorsa stagione, ma non sono abbastanza per la Giunta Marino che ha deciso che uno dei simboli dell’estate romana poteva anche non andare in scena.

Proietti, tutti i collaboratori del Globe, le compagnie e gli attori non si sono fatti scoraggiare e così dal 2 al 16 luglio Sogno di una notte di mezza estate, per la regia del compianto Riccardo Cavallo, riempirà di magia la coppia del Teatro che venne costruito a Londra nel 1599. Dal 16 luglio al 2 agosto è la volta di Re Lear che con Daniele Salvo alla regia, farà un’analisi del Potere e dei suoi effetti sulla mente umana. E’ Loredana Scaramella con la sua regia in Molto rumore per nulla che tenterà di replicare il magnifico successo dello scorso anno dal 5 al 30 agosto, imperdibile favola sul potere della parola.  Dal 3 al 20 settembre è Marco Carniti a dirigere Otello, tra disciplina e seduzione, fra cancelli e percorsi obbligati. A chiudere la stagione una sfida, per la prima volta al Silvano Toti Globe Theatre, Shakespeare in lingua originale, la regia è di Chris Pickles e la compagnia Bedouin Shakespeare Company dopo che dal 24 al 27 settembre sarà stata in Italia, porterà lo spettacolo a Abu Dhabi, Dubai e Londra.

Ci sono 1206 posti da riempire ogni sera, munitevi di cuscino per sedervi nel parterre, potete in alternativa sceglie fra i tre ordini delle balconate. Accesso e posti riservati ai disabili sono a disposizione nel Teatro di legno di Villa Borghese. La pagina Facebook è già pronta a condividere ogni informazione in tempo reale e sul sito internet potete prenotare i post o acquistare la Globe card.

Insomma non manca niente, in nome di Shakespeare e del Teatro anche quest’anno sul palco del Silvano Toti Globe Theatre vanno in scena le favole.

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=_P9Ta_qnw_E[/youtube]

Sheyla Bobba

Classe 1978. È presidente dell’associazione SenzaBarcode, direttore e blogger dell’omonimo sito che si occupa di informazione su Roma. È docente di Academy SenzaBarcode e si occupa di web writing e comunicazione.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: