I campanili medioevali di Roma, qual’è quello più alto?

I campanili medioevali di Roma costituiscono una testimonianza imponente dell’architettura medioevale, anche se purtroppo piuttosto trascurata dagli studi. Ma qual’è il campanile più alto?

La maggior parte dei campanili medioevali di Roma sono d’età romanica (secc. XII-XIII). Il trecentesco campanile di Santa campanili  romaMaria Maggiore, con i suoi 78 metri, è il più alto di Roma.

E’ stato costruito tra il 1375 e il 1376. Fu rialzato e completato tra il 1445 e il 1483, quando il cardinale Guglielmo d’Estouteville era arciprete della Basilica. All’illustre prelato si deve anche la volta a crociera che, per motivi statici, divide la parte inferiore e il primo piano. Nella parte più bassa il campanile è fornito di doppie monofore, mentre nei piani successivi ci sono delle bifore.

Cinque sono le campane, la più grande delle quali è del 1298 ed è stata fusa da Guidotto Pisano su richiesta dei Savelli. Le altre quattro campane hanno datazioni diverse, che vanno dal XVI al XIX secolo. Una di loro è detta “la Sperduta” ed è protagonista di una pittoresca leggenda ambientata nel Cinquecento. Una pellegrina che era venuta a Roma a piedi per visitare le Basiliche era stata colta dal buio nella zona dei Cessati Spiriti, che allora era proprio campagna, perdendo la strada.

“Se n’annava dunque a ttastoni i’ tramezzo a la campagna – racconta Giggi Zanazzo – sola com’un cane, senza la speranza de trovà’ una capanna pe’ riposasse, e ccor pericolo, a bbon bisogno, d’èsse’ sgrassata e assassinata”. La poveretta si raccomandò alla Vergine e all’improvviso nel silenzio della notte sentì venire da lontano il suono di una campana. Seguendo quel richiamo si ritrovò finalmente in piazza Santa Maria Maggiore.3

Infatti, la campana, per qualche funzione, aveva suonato alle due di notte. La pellegrina, grata alla Madonna, lasciò una rendita alla chiesa affinché la campana continuasse a suonare alle due di ogni notte.

Ora però suona alle 21. Ad oggi questo bellissimo campanile insieme al monumentale intero complesso della Basilica attrae non solo i turisti di tutto il mondo, ma è anche il luogo di culto religioso preferito del nostro Pontefice Papa Francesco che spesso vi si reca inavvertitamente per dedicarsi alla sua preghiera.

Aboliamo Roma fa schifo

Stabilire se una città è vivibile o no dipende molto da fattori individuali. Al di là dei problemi che esistono come ogni città del mondo e contro le sterili lamentele di chi sa "solo parlare male", noi siamo innamorati di Roma e vogliamo valorizzarla ricordando a tutti il suo prezioso patrimonio artistico, storico, culturale etc

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: