Bando per la gestione degli orti urbani

Progetto Urban Barriera di Milano: bando per la gestione degli orti urbani, attività che rientra nel progetto per la riqualificazione dell’area.

In Barriera arrivano gli orti Un bando per la gestione di orti urbani e collettivi nell’ex “boschetto” di via Petrella Duemila metri quadri di spazio verde fino ad oggi inutilizzato saranno trasformati in orti e giardini da coltivare con gli abitanti di Barriera di Milano e non solo. Si tratta dell’area tra via Petrella e le scuole di via Leoncavallo: un luogo rimasto incolto e abbandonato per anni, tanto da essere conosciuto come il “boschetto”. L’area verde è oggi oggetto di trasformazione e sarà attrezzata con orti singoli e collettivi, uno spazio per attività laboratoriali e aggregative, un deposito per le attrezzature e servizi igienici. Per scegliere chi ne sarà il gestore, fino al 23 febbraio è aperto il bando “Coltiva Barriera!” lanciato dal Comitato Urban e dalla Circoscrizione 6. Tramite questa chiamata pubblica i nuovi orti saranno affidati all’associazione, cooperativa o fondazione il cui progetto risponda a una serie di obiettivi: dal coinvolgimento attivo dei cittadini e degli abitanti del quartiere, alla creazione di momenti di aggregazione sociale fino all’attivazione di percorsi educativi e di sensibilizzazione sui temi della sostenibilità ambientale. Il vincitore stipulerà una convenzione della durata di cinque anni con la Circoscrizione 6 e avrà a disposizione un contributo massimo di 10.000 euro. L’intervento si inserisce nell’ambito della “Riqualificazione del Sistema Verde” del Programma Urban Barriera di Milano, il progetto che prevede la risistemazione e il collegamento di un insieme di spazi verdi frammentati tra le vie Bologna, Cimarosa, Petrella/Aosta e Ternengo al fine di migliorarne la fruibilità e l’utilizzo come spazi di socializzazione. Il bando e tutta la documentazione relativa sono disponibili sul sito del Comitato Urban. Scadenza: lunedì 23 febbraio 2015, ore 13.00. Maggiori informazioni sono disponibili sul sito del Programma Urban.

Clelia Tesone

E m'abbandono all'adorabile corso: leggere, vivere dove conducono le parole. La loro apparizione è scritta; le loro sonorità concertate. Il loro agitarsi si compone, seguendo un'anteriore meditazione, ed esse si precipiteranno in magnifici gruppi o pure, nella risonanza. Una delle più belle citazioni di Paul Valery per molti, come me, che crescono tramite una pagina, che sia letta, scritta o studiata.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: