ThyssenKrupp, la settimana della sicurezza e le giustizie attese

A 7 anni dal rogo ThyssenKrupp si attende ancora giustizia per questa e molte altre stragi. Le iniziative delle Settimane della Sicurezza dal 1° al 14 dicembre 2014

Nell’’ambito delle Settimane della Sicurezza promosse da Sicurezza e Lavoro, in occasione del settimo anniversario della strage ThyssenKrupp, le associazioni del coordinamento nazionale “Noi non dimentichiamo” si sono riunite a Torino, presso il Centro San Liborio di via Bellezia 19, ospiti di Sicurezza e Lavoro, rappresentata dal direttore Massimiliano Quirico.

Questo il testo del comunicato congiunto delle associazioni, frutto dell’incontro:

“Abbiamo espresso la nostra solidarietà alle vittime dell’amianto per la sentenza scandalosa della Corte di Cassazione che ha annullato il processo Eternit per prescrizione del reato di disastro ambientale doloso permanente.

Abbiamo deciso di organizzare un convegno, da tenersi prossimamente a Roma, dove inviteremo magistrati e giuristi che siano disposti ad ascoltare le proposte di noi cittadini così duramente colpiti e per questo motivo, particolarmente esperti di come non funziona la giustizia italiana e di come sia opportuno proporre modifiche sostanziali nell’ambito di prescrizione, omicidio colposo, disastro ambientale e sulla mancanza di tutela nei confronti dei diritti dei familiari e delle vittime. Per richiamare l’attenzione delle istituzioni e della politica sul percorso che abbiamo dovuto affrontare ogni volta che abbiamo tentato di ottenere verità e giustizia e sulle conclusioni vergognose e sconcertanti con le quali si sono concluse le nostre vicende processuali”.

Comitato Matteo Valenti , Ass. Vito Scafidi vittime della scuola, Il mondo che vorrei – Viareggio , Assemblea 29 giugno, Vittime scuola S.Giuliano di Puglia, Sicurezza e Lavoro, Legami d’acciaio – ThyssenKrupp Torino, Avus vittime studenti L’Aquila, Vittime casa dello studente L’Aquila, Afeva Casale Monferrato, Voci della memoria, Moby Prince, Ass. vittime scuola Casalecchio sul Reno

Segnaliamo inoltre i prossimi appuntamenti delle Settimane della Sicurezza, con aggiornamenti su twitter #SetSicurezza14 e sulla nostra pagina Facebook:

Sabato 6 dicembre

·        Ore 9.00 – Cimitero monumentale – corso Novara 135 – Torino

Cerimonia per le sette vittime del rogo alle Acciaierie ThyssenKrupp di Torino.

·        Dalle ore 14.00 alle 18.30 – Impianto sportivo Cit Turin LDE – corso Ferrucci 63/A – Torino

Incontri di calcio a 5 per il Trofeo “Sicurezza e Lavoro”. Sono coinvolte squadre di calcio a 5, legate al tema del lavoro e della sicurezza (Gli Amici di Rocco, Rosabrù, Legami d’Acciaio, Molino Cordero di Fossano, Sicurezza e Lavoro, ecc), alle Istituzioni e ai Sindacati.

Alle ore 16.15 è prevista la partita di gala (calcio a 7) tra Vecchie glorie Juventus e Torino e Consiglieri del Comune di Torino.

La premiazione del Trofeo “Sicurezza e Lavoro” è alle ore 17.00.

Durante l’intera durata della manifestazione, sarà presente uno stand del FabLab Pavone, con una dimostrazione di stampa 3d e un banchetto di gadget natalizi realizzati con stampanti 3d e taglio laser. Il ricavato servirà a sostenere la pubblicazione della rivista e le attività di Sicurezza e Lavoro.

·        Ore 18.00 – Teatro Astra – via Rosolino Pilo 6 – Torino

Dibattito sulla tragedia ThyssenKrupp, per conoscere e ricordare i problemi morali, giuridici e politici che quel terribile evento di sette anni fa ha lasciato alla nostra memoria civile. Intervengono: Domenico Mangone, assessore al Lavoro del Comune di Torino; on. Antonio Boccuzzi, ex operaio ThyssenKrupp; Gian Carlo Caselli, ex magistrato; Mercedes Bresso, già presidente della Regione Piemonte; Massimiliano Quirico, direttore rivista Sicurezza e Lavoro. Modera: Fiorenzo Alfieri.

A seguire, alle ore 21.00, Spettacolo teatrale “Lo stridere luttuoso degli acciai” di Luzzi/Guarnieri/Jona, cantata scenica per soprano, voce recitante, voci su nastro, ensemble e live electronics, ispirata alla tragedia ThyssenKrupp, prodotta da Fondazione Teatro Piemonte Europa (TPE) e Controluce Teatro d’Ombre, con il patrocinio del Goethe Institut Turin.

Domenica 7 dicembre

·        Ore 18.00 – Teatro Astra – via Rosolino Pilo 6 – Torino

Spettacolo teatrale “Lo stridere luttuoso degli acciai” di Luzzi/Guarnieri/Jona, cantata scenica per soprano, voce recitante, voci su nastro, ensemble e live electronics, ispirata alla tragedia ThyssenKrupp, prodotta da Fondazione Teatro Piemonte Europa (TPE) e Controluce Teatro d’Ombre, con il patrocinio del Goethe Institut Turin.

Mercoledì 10 dicembre

·        Ore 21.00 – Gioc – via Vittorio Amedeo II, 16 – Torino

Dibattito su giovani, lavoro e formazione “I neet you” (neet: Not in Education, Employment or Training). A cura di Gioc e Sicurezza e Lavoro. Ingresso libero.

Giovedì 11 dicembre

·        Ore 10.30/13.00 – Istituto G. Plana – piazza Di Robilant 5 – Torino

Spettacolo teatrale “Vogliamo vivere! Scioperi e Resistenza a Torino” sul dramma della guerra civile e degli scioperi alla Fiat di Torino, messo in scena dagli studenti dell’Ipia Plana, con la partecipazione degli allievi della scuola media Leon Battista Alberti e Norberto Bobbio. Durata: 50 minuti.

Segue dibattito/conferenza con studenti, docenti ed esperti.

A cura di Sicurezza e Lavoro, Istituto Plana di Torino e Teatro Carillon, in collaborazione con Ce.Se.Di. Provincia di Torino, nell’ambito del progetto “A scuola di Sicurezza” ideato da Sicurezza e Lavoro.

·        Ore 21.00 – Centro San Liborio – FabLab Pavone – via Bellezia 19 – Torino

Presentazione del libro “Venditori di fumo. Quello che gli italiani devono sapere sull’Ilva e su Taranto” di Giuliano Pavone, giornalista e scrittore pugliese (Barney Edizioni, novembre 2014). Intervengono l’autore e il direttore di Sicurezza e Lavoro Massimiliano Quirico. Segue dibattito con studenti e rappresentanti della comunità pugliese torinese. Ingresso libero.

Venerdì 12 dicembre

·        Dalle ore 18.00 alle 22.00 – Centro San Liborio – FabLab Pavone – via Bellezia 19 – Torino

Accesso libero all’“Open Day al FabLab Pavone”. Un’occasione per visitare il nuovo FabLab (Fabrication Laboratory, una “bottega artigianale digitale”) ideato e gestito da Sicurezza e Lavoro, per promuovere il lavoro manuale, la creatività, lo scambio e la condivisione di idee e l’auto-imprenditoria.

Sarà possibile conoscere e sperimentare di persona le attività e i progetti in corso: stampanti 3d, scanner 3d, modellazione 3d, taglio laser, ecc.

Dal 1° al 14 dicembre

·        Impianto sportivo Cit Turin LDE – corso Ferrucci 63/A – Torino

Esposizione mostra “L’Italia che muore al lavoro. Tragedie sul lavoro e malattie professionali in Italia” (testi e fotografie su grandi pannelli formato 80x200cm e video), realizzata da Sicurezza e Lavoro e Regione Piemonte, in collaborazione con Inail Piemonte, Museo Nazionale del Cinema, Festival internazionale CinemAmbiente. Ingresso libero.

Dicembre al FabLab Pavone

In occasione delle Settimana della Sicurezza, a dicembre al FabLab Pavone, recentemente aperto da Sicurezza e Lavoro in via Bellezia 19 a Torino, sono previste diverse iniziative e workshop per avvicinare i giovani al mondo dei makers, dell’artigianato digitale e della cultura open source: modellazione e stampa 3d, scanner 3d, taglio laser, ecc.

Qui è possibile trovare il programma completo e gli interventi del Sindaco di Torino Piero Fassino, del Vicepresidente della Provincia di Torino Alberto Avetta e dell’Assessore a Istruzione, Lavoro e Formazione della Regione Piemonte Gianna Pentenero

Ai partecipanti alle varie iniziative verranno distribuite gratuitamente copie della rivista Sicurezza e Lavoro, periodico nazionale per la promozione di salute, sicurezza e diritti nei luoghi di lavoro.

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: