Moda e ambiente, diventa Moda Green

Moda e ambiente, binomio che da vita alla Moda Green, qualcosa si muove!

Se pensiamo al mondo della moda siamo abituati a collegarlo all’idea di lusso, di sfarzo, di assenza di schemi e di limite, anche in termini di utilizzo dei materiali, magari (perché no) pure pregiati.Tutto vero per carità, ma all’interno di questo dualismo qualcosa sta cambiando ed un crescente numero di firme sta facendo propria la volontà di rendere le nostre abitudini quotidiane, e quindi anche il modo in cui vestiamo o agiamo, ecosostenibile.

Così per esempio si ritorna ad un consistente utilizzo dei materiali più naturali soprattutto per quanto riguarda la moda bimbo, con particolare attenzione all’abbigliamento per neonati, esteso anche a tutto il resto del settore bambini, come l’acquisto di accessori o passeggini usati per evitare sprechi e altri rifiuti, a favore del rispetto dell’ambiente. Ma anche nell’alta moda qualcosa si sta muovendo. È di poche settimane fa l’iniziativa di Max Mara che insieme all’azienda Saluzzo Yarns con il lancio della nuova collezione Primavera Estate 2014 dove grande spazio è dato ai tessuti riciclati.

Si tratta di una scelta che secondo i dati del marchio romano porterà ad un risparmio di quasi il 95% dell’acqua ed ad una riduzione del 32% dell’anidride carbonica emessa.
Grande entusiasmo rispetto all’iniziativa viene trasmesso dalla direttrice di Max Mara Laura Lusuardi che parla di un progetto ”innovativo e responsabile” che mira a creare un nuovo fronte di eccellenza della moda Made in Italy che ora, non sarà più solo sinonimo del top dello stile ma anche di una forte ricercatezza dei protocolli industriali utilizzati, indirizzati al massimo del rispetto dell’ambiente ed al minimo per quello che riguarda il consumo di materie prime e risorse.

Chi fosse interessato a conoscere da vicino queste innovative creazioni avrà modo di riconoscerle all’interno dell’offerta Max Mara grazie alla presenza di un apposito tagliandino che indicherà i modi di produzione del capo e gli obiettivi di ecosostenibilità che ci stanno dietro.

Susanna Giordani

Ho sempre avuto la passione per la scrittura e fin da piccola ho iniziato a scrivere brevi romanzi, frutto della mia fantasia e dei libri che leggevo, che mi davano spunti per le mie storie. Per questo ho scelto come percorso universitario “Scienze della Comunicazione”, approfondendo aspetti per me molto interessanti. Nel frattempo non ho mai smesso di scrivere, collaborando per alcuni giornali locali e riviste, ed è nata in me la passione per il settore della moda, affascinante e allo stesso tempo stimolante. Quindi, coniugare le mie diverse passioni, la scrittura, la moda e il mondo del web, è stato il passo successivo e naturale. Al termine degli studi universitari ho infine trasformato queste mie passioni in un lavoro, divenendo una writer freelance.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: