Ignazio Marino salga a bordo! Romani naufraghi abbandonati

Anagnina come Venezia e Ostia con la centrale elettrica nei cieli. In mezzo agli allagamenti come naufraghi abbandonati da Ignazio Marino

 

L’evento straordinario non lo poteva fermare neppure il chirurgo, ciclista, ex senatore ed attuale sindaco di Roma Ignazio Marino. Ma lui come tutti i romani sapevano che sarebbe arrivata la grande pioggia.

Lo ha detto ogni canale tv, informazioni internet e i giornali, ma Ignazio Marino – per la seconda volta – cade sotto al peso della pioggia e i romani sono naufraghi abbandonati. Certo che se piove non è colpa sua ma se la città non è preparata dopo giorni di allerta e avvisi diramati ovunque, allora lui è responsabile dei danni causati dalla disorganizzazione. Di ciò che accade durante e dopo.

Diramiamo il comunicato stampa del S.U.L.P.L. Sindacato Unitario Lavoratori Polizia Locale datato 15/06/2014, così i romani e gli ospiti turisti, sapranno che non sono i caschi bianchi responsabili della mancata tempestività negli interventi o di attese dopo una chiamata!

Polizia Locale, Giannini (Sulpl): “In mezzo agli allagamenti come naufraghi abbandonati da Marino”

“Oggi oltre 40 interventi per incidenti stradali ed alberi caduti come quello enorme, con quasi un metro di diametro del tronco, caduto in Viale Manzoni su un auto in transito ” informa Stefano Giannini segretario romano del SULPL “ mentre avevamo le pattuglie impegnate per la giornata di mare ad Ostia quando invece era previsto da giorni il maltempo. Questo lo stato di abbandono della Polizia Locale di Roma lasciata a sè stessa dal Sindaco Marino come se i suoi appartenenti fossero dei naufraghi“ prosegue Giannini” senza mezzi adatti ad affrontare le strade allagate e solo con pantaloni di tela e mocassini come barriera contro l’acqua. Domattina molti di noi si troveranno a combattere con malanni vari, “continua Giannini”, questo grazie solo all’inerzia dell’amministrazione che non protegge adeguatamente i propri Poliziotti Locali mettendoli a piantonare per ore sotto la pioggia tutte le situazioni di pericolo in attesa e nella speranza dell’intervento di qualcuno” .

“Quando il sindaco parlerà ancora di indennità a pioggia si ricordi di giornate come queste “conclude Giannini “quando per 45€ la Polizia Locale è usata come fosse un asciugatutto”.

*Foto di Repubblica.it

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: