Iraq, esplodono bombe a Bagdad: almeno 60 morti

Nella notte di sabato (ora italiana), diverse autobombe sono esplose in Iraq, a Bagdad: secondo le prime indiscrezioni, i morti sarebbero almeno sessanta.

Almeno una dozzina di autobombe sono esplose a Bagdad, in Iraq, nella notte di sabato (ora italiana). Le autobombe, poste nei quartieri sciiti della città, avrebbero provocato qualcosa come almeno 60 morti, secondo quanto riportato dalle fonti mediche.

L’esplosione più violenta e disastrosa s’è verificata nel distretto di Bayaa, dove sarebbero scomparse 23 persone, quasi tutte di giovane età. Gravi danni anche alle infrastrutture, visto che sono stati colpiti anche numerosi locali tra cui un bar, una moschea, un cinema e una sala da biliardo.

Diversi uomini armati hanno assaltato anche l’Università del paese, introducendosi nel campus e prendendone possesso: da lì sono partiti diversi colpi contro le forze dell’ordine, con susseguente piazzamento di numerose bombe. Gli impiegati presenti nel complesso sono stati comunque lasciati liberi.

Le violenze in Iraq si sono quindi ultimamente intensificate, soprattutto nell’ultimo anno: dall’inizio del 2013 ad oggi, infatti, le vittime del conflitto iracheno sarebbero circa 9000, il tutto a causa dell’insurrezione dei militari sunniti islamici contro il governo, attualmente sotto gli sciiti.

Foto: ibtimes.com

Giuseppe Senese

Sono un laureando in Scienze e Tecnologie Informatiche, che nutre anche numerose passioni come la musica, il cinema e il calcio. Adoro il Rock Progressivo degli anni 70' (soprattutto quello britannico e quello italiano) e sono un tifoso sfegatato del Napoli.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: