Donna: in Italia il vero danno è non nascere uomo

I “padroni indiscussi” della politica italiana sono uomini, e la donna? essere bella e intelligente, in Italia, è una fonte di sospetto e non un quid in più.

In questi giorni impazzano gli avvenimenti: l’attuale premier Matteo Renzi parla di “una rivoluzione pacifica”, l’ex-premier Silvio Berlusconi si dice “deluso da Renzi”. E a noi non resta che porci questa domanda: “Ma la nostra Italia, quanto ancora potrà reggere?” Io personalmente ammiro la signora Merkel, una donna che è stata rieletta due volte per governare la Germania. E’ una donna e sa tenere testa ai colleghi uomini, europei e non.

Voglio capire perché nel nostro Paese una donna non possa diventare presidente del Consiglio, Perché? L’uomo italiano è conservatore e vede la donna italiana “come una velina poco intelligente”. Vorrei sbagliarmi, ma il sospetto viene a galla, anche a causa degli episodi che accadono intorno a me.

Noto che si pone l’accento sul fatto che un ministro “possa fare la mamma” e sull’idea che ognuna di noi prima o poi, dovrà affrontare una gravidanza. Qualcuna però non avrà o non vorrà mai questa opportunità, ma essere donna non significa solo e necessariamente essere “madre”, è una cosa ben diversa. Fin dai tempi passati, la donna italiana viene considerata solo nel caso in cui risulti “fotogenica” e bella, ma se a questa dote fisica ci aggiunge anche l’intelligenza, incontra gli appellativi più sconcertanti.

Non c’è bisogno di aggiungere molto altro. Lei, la donna, viene menzionata solo in relazione alla sua fisicità. Se a questo, ad esempio ad una diva esplosiva del cinema, si aggiunge anche una cultura personale importante e rilevante, al posto dei complimenti si preferisce la diffamazione, appellandola con definizioni ingiuriose e basse.

Come sapete, ho sempre provato ammirazione per Emma Bonino, sia per la sua esperienza politica che per il suo operato come ministro degli esteri. La signora Bonino si può paragonare alla signora Merkel e quindi mi chiedo: “perché al di là della maggioranza politica, del partito vincitore, una donna, non può governarci?”

La presidenza della Camera affidata ad una donna è paragonabile al “ cornetto al bar con un caffè macchiato”, tipica italianata, come Cuffaro che prende il vitalizio da ex deputato di 6000 euro lordi, come i fatti di Roma per la presunta trattativa con i facinorosi durante la partita Fiorentina-Napoli, come l’alluvione a Senigallia e l’indifferenza per i danni che  ha prodotto.

La tipica italianità si vede anche in Campania, dove continuiamo ad ammalarci e ad essere oppressi dalla delinquenza. Ma ogni commento, è inutile.

Persio scriveva che “gli appannati costumi si segano” e cosa significa? Lo spiego: i costumi sono corrotti e si possono segare come se fossero di legno. Noi siamo retti da uno stato che è come un’armata irregolare e che si paragona ad una organizzazione efficiente. E noi lottiamo giorno per giorno con una povertà che tocchiamo nella spesa al mercato o al supermercato.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: