Daniele Frongia, consigliere capitolino M5S e il salario accessorio

Favorevole ai tagli degli stipendi, ma bisogna capire quali! Daniele Frongia, consigliere del Movimento 5 Stelle al Campidoglio. Una proposta per tagliare senza incorrere in un problema sociale

A margine della manifestazione/assemblea di tutte le sigle sindacali e tutti i dipendenti capitolini per dire no al taglio del salario accessorio, incontriamo Daniele Frongia, consigliere in Campidoglio per il M5S.  Il giorno prima della manifestazione avevo letto un comunicato stampa che spiegava la posizione del movimento dando anche diversi punti di riflessione. Un passaggio:

Non entriamo nel merito del contenzioso MEF – Roma Capitale ma riteniamo che sia doveroso tutelare stipendi molto bassi (anche 1200 euro al mese) che svolgono funzioni di vitale importanza per i cittadini. Anche in questo caso, zero chiacchiere e comunicati: abbiamo formalmente proposto al sindaco e al vice sindaco una serie di interventi volti al recupero di ingenti somme di denaro che il Comune finge di non avere. 

Qualche minuto prima di cominciare l’intervista c’è stato il fermo di Manuela, maestra e manifestante dell’USB – qui i dettagli – ed ho seguito Daniele Frongia anche nella “piccola trattativa” con le forze dell’ordine.  Questo evento, mia opinione personale, è  frutto di una serie di colpi bassi, delusioni e arrabbiature che tutti i presenti stavano incassando. E’ a mio parere l’esempio perfetto di qullo che sta capitando a Roma. Una guerra tra poveri che non porterà da nessuna parte, per questo la manifestazione del 6 maggio 2014 a tutela del salario accessorio è importante, vitale direi.

Il Movimento 5 Stelle e quindi anche Daniele Frongia, auspicano il taglio degli stipendi dei manager e dei vertici del Campidoglio, del costosissimo staff del sindaco Ignazio Marino del management delle aziende capitoline, a tal fine hanno presentato una loro proposta al sindaco Marino ed al vice Luigi Nieri. Si legge ancora nel comunicato

Il M5S è sempre stato molto attento al personale di Roma Capitale. Crediamo infatti che solo attraverso una seria e razionale riorganizzazione della macrostruttura, accompagnata da una formazione mirata ai dipendenti e da una reale valorizzazione del loro operato, la complessa macchina capitolina possa ripartire. 

Chiudo l’intervista a Daniele Frongia con due domande: che clima c’è in Aula quando vi riunite per il consiglio e dov’è oggi Ignazio Marino. La risposta mi ha fatto ridere, ma è tragica e spaventosa. Parliamo di Roma ed è una città che pretende tutte l’attenzione, la cura e l’amore che non sta ricevendo, che non può essere accantonata a favore di una campagna elettorale o di qualche capriccio dalla facciata green e dal significato spot! Roma, ha tanti problemi ora, forse all’apparenza le serve un dottore, ma in realtà è una guida che le manca.

[youtube]https://youtu.be/Masxj-PIOjg[/youtube]

Sheyla Bobba

Sheyla Bobba, classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. Nello stesso anno, la collana editoriale SenzaBarcode prende una forma concreta, alla fine dell'anno successivo ha in catalogo 14 titoli, la collaborazione con CTL Editore diventa più solida e performante. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. Le presentazioni dei libri aumentano a dismisura: online e offline, interviste per la WebRadio, articoli, vere e proprie conferenze, convegni e dibattiti. Gli autori emergenti hanno ormai un ruolo di primissimo piano nelle mie attività. Nel 2022 chiudiamo l'Associazione culturale SenzaBarcode e SBS Comunicazione è diventato ormai una realtà affermata, riferimento di Autori emergenti. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.sbscomunicazione.it - www.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it - www.libri.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: