Cronaca

Regione Lazio: dal PD “accertamento verità inquietante”

News Regione Lazio dal PD “rapido accertamento verità su episodio inquietante”

Il ritrovamento di strumenti elettronici di intercettazione ambientale nella sala riunioni della Giunta regionale è un episodio inquietante sul quale chiediamo alle forze dell’ordine e alla magistratura di fare piena luce e di non lasciare nulla di intentato per il rapido e completo accertamento della verità.

Si tratta di un fatto inaccettabile, la sede della Giunta regionale non può essere violata impunemente per fini illeciti e maldestri. Lo dichiara in una nota Marco Vincenzi, capogruppo del Partito Democratico al Consiglio regionale del Lazio.

“Nonostante la gravità, siamo convinti che questa vicenda non avrà alcuna conseguenza sulla determinazione del presidente Zingaretti, al quale rinnoviamo la piena solidarietà del gruppo Pd, della Giunta e della maggioranza di centrosinistra”conclude Vincenzi – a proseguire sulla strada del cambiamento avviato per rendere la Regione Lazio sempre più un’istituzione trasparente, vicina ai cittadini, impegnata nella difesa e tutela dell’interesse pubblico

Sheyla Bobba

Classe 1978. Appassionata di comunicazione e informazione fin da bambina. Non ha ancora 10 anni quando chiede una macchina da scrivere come regalo per il sogno di fare la giornalista. A 17 anni incontra un banchetto del Partito Radicale con militanti impegnati nella raccolta firme per l’abolizione dell’Ordine dei Giornalisti e decide che avrebbe fatto comunicazione e informazione, ma senza tesserino. Diventa Blogger e, dopo un po’ d’inchiostro e font, prende vita il magazine online SenzaBarcode.it Qualche tempo dopo voleva una voce e ha creato l’omonima WebRadio. Con SBS Comunicazione e SBS edizioni si occupa di promozione editoriale e pubblicazione. Antipatica per vocazione. Innamorata di suo marito. Uno dei complimenti che preferisce è “sei tutta tuo padre”.

Un pensiero su “Regione Lazio: dal PD “accertamento verità inquietante”

Cosa ne pensi?

error: Condividi, non copiare!