HCS Civitavecchia, Gramazio (PDL) "Con pignoramento, situazione gravissima" - SenzaBarcode

HCS Civitavecchia, Gramazio (PDL) “Con pignoramento, situazione gravissima”

HCS Civitavecchia, Gramazio (PDL)

Con pignoramento, situazione gravissima

lucagramazio

E’ gravissima la situazione che stanno vivendo i lavoratori di Hcs (la holding di proprietà del Comune di Civitavecchia). Le contraddizioni e le spaccature interne alla sinistra (PD e SEL) hanno portato alle dimissioni, dopo poco più di un anno, del sindaco Tidei, che ha chiuso una parentesi davvero fallimentare. E di conseguenza molti dei problemi del Comune restano senza  risposte adeguate. Su tutte, la vicenda della Hcs, su cui pesa la superficialità con cui è stata gestita l’intera situazione dalla sinistra al governo della città. Apprendiamo di un avvenuto pignoramento per un importo di un milione di euro da parte di Equitalia sul conto corrente di Città Pulità: notizia che, se confermata, renderebbe ancor più grave l’intera situazione. Infatti, il pignoramento metterebbe in ginocchio l’intera città visto che gli stipendi non potrebbero essere pagati. Le proteste di ieri sera dei lavoratori nella sala del consiglio comunale e di questa mattina presso il cantiere di città pulita, sono la chiara dimostrazione della preoccupazione che regna tra i dipendenti e gli stessi civitavecchiesi. Rinnovo perciò la richiesta che la Regione affronti con determinazione una situazione che potrebbe diventare drammatica per Civitavecchia. Serve una presa d’atto e un’azione concreta per garantire un futuro a quest’azienda. Zingaretti, seppur la questione non sia di sua strettissima competenza, non può rimanere immobile. Inoltre, chiedo al Prefetto di valutare ogni possibilità per bloccare questo processo di fallimento della Holding hcs e delle sue partecipate perchè metterebbe in grande difficoltà sia la città che i lavoratori, i quali non hanno alcuna responsabilità su quanto sta avvenendo.

Lo dichiara il Capogruppo Pdl alla regione Lazio Luca Gramazio

Roma, 29 novembre 2013

Marika Massara

Nata e cresciuta in provincia di Milano, emigrata in Calabria, adottata da Roma, non posso che definirmi italiana. Amo la mia Calabria, il mare d'inverno e il Rock. Da sempre attenta alla politica (più che ai politici), non posso che definirmi assolutamente di sinistra. Segni particolari: Milanista sfegatata.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: