Cronaca

Società regionali. Vincenzi (PD) “opposizione raccolga appello Unindustria”

Dichiarazioni di Marco Vincenzi, capogruppo del Partito Democratico al Consiglio regionale del Lazio sulle Società Regionali “l’opposizione raccolga appello Unindustria”

Unindustria_full

“E’ fortemente apprezzabile l’appello del presidente di Unindustria, Maurizio Stirpe, per una rapida approvazione del progetto di legge di riordino delle società regionali. Un provvedimento di razionalizzazione promosso dall’Amministrazione Zingaretti per rendere più efficace e trasparente l’azione di sostegno allo sviluppo delle piccole e medie imprese del territorio, eliminando inutili centri di costo, sprechi, duplicazioni di funzioni. Un progetto di riforma condiviso con le forze produttive, e che ha raccolto durante la discussione nelle Commissioni Bilancio e Attività produttive, le richieste e le sollecitazioni del mondo imprenditoriale”.

Lo dichiara in una nota Marco Vincenzi, capogruppo del Partito Democratico al Consiglio regionale del Lazio.

“Mi auguro da parte dell’opposizione – riprende Vincenzi – un atteggiamento più aperto e meno ostile rispetto a quello avuto in Consiglio negli ultimi giorni, per giungere in tempi brevi alla definitiva approvazione della proposta di legge. Il Lazio, come il resto del Paese, sconta gli effetti di una dura crisi economica e questo impone a tutti un surplus di responsabilità. Dobbiamo rimettere al centro dell’azione politica, gli interessi concreti dei cittadini, dare le risposte attese, avviare con un urgenza le riforme promesse.

La maggioranza di centrosinistra – conclude Vincenzi – è aperta a proposte e contributi della minoranza migliorativi del testo di legge in esame, purché ponga fine ad una contrapposizione sterile e inconcludente che finisce per alimentare solo sfiducia e rassegnazione”.

Sheyla Bobba

Classe 1978. Appassionata di comunicazione e informazione fin da bambina. Non ha ancora 10 anni quando chiede una macchina da scrivere come regalo per il sogno di fare la giornalista. A 17 anni incontra un banchetto del Partito Radicale con militanti impegnati nella raccolta firme per l’abolizione dell’Ordine dei Giornalisti e decide che avrebbe fatto comunicazione e informazione, ma senza tesserino. Diventa Blogger e, dopo un po’ d’inchiostro e font, prende vita il magazine online SenzaBarcode.it Qualche tempo dopo voleva una voce e ha creato l’omonima WebRadio. Con SBS Comunicazione e SBS edizioni si occupa di promozione editoriale e pubblicazione. Antipatica per vocazione. Innamorata di suo marito. Uno dei complimenti che preferisce è “sei tutta tuo padre”.

Cosa ne pensi?

error: Condividi, non copiare!