Umberto I, Aurigemma (PdL) importante il focus su carcinoma della mammella

Dichiarazioni del vice presidente della Commissione Sanità alla regione Lazio Antonello Aurigemma sulla partecipazione al Focus sul Carcinoma della Mammella tenutosi ieri al Policlinico Umberto I – Aula Bignami, è stato organizzato dal Gruppo di Oncologia Geriatrica Italiano (G.O.G.I)

carcinoma mammella

“Oggi, ho avuto l’opportunità di partecipare al Focus sul Carcinoma della Mammella nella paziente anziana. Si tratta di una patologia che purtroppo tocca molte donne, soprattutto in una fascia d’età avanzata. L’evento, che si è tenuto al Policlinico Umberto I – Aula Bignami, è stato organizzato dal Gruppo di Oncologia Geriatrica Italiano (G.O.G.I), in collaborazione con la Scuola di Specializzazione in Oncologia dell’Università La Sapienza di Roma. E’ un percorso importante che serve per cercare di migliorare le cure per i pazienti, ottimizzare i costi del servizio e soprattutto migliorare quel rapporto umano tra pazienti e medici. Questa è la strada giusta da seguire, dalla quale devono prendere esempio anche le altre aziende ospedaliere. Un grazie particolare va al Dott. Vincenzo Bianco e alla Direttrice Sanitaria Dott.ssa Amalia Allocca.”

Lo dichiara il vice presidente della Commissione Sanità alla Regione Lazio Antonello Aurigemma

 “Le tre sessioni previste dal programma – prosegue – hanno permesso di approfondire meglio un argomento delicato che investe duramente le pazienti. Dall’analisi del percorso clinico alle indicazioni e tecniche chirurgiche fino all’illustrazione dei nuovi approcci al problema: è stato possibile porre l’accento su nuovi sistemi utili a dare esiti positivi al decorso di questa malattia. Come vice presidente della Commissione voglio ringraziare gli organizzatori e i partecipanti: un’iniziativa utile e formativa, dalla quale ho appreso spunti importanti per portare avanti iniziative volte a tutelare ulteriormente la salute delle donne”

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: