Cronaca

Umberto I, Aurigemma (PdL) importante il focus su carcinoma della mammella

Dichiarazioni del vice presidente della Commissione Sanità alla regione Lazio Antonello Aurigemma sulla partecipazione al Focus sul Carcinoma della Mammella tenutosi ieri al Policlinico Umberto I – Aula Bignami, è stato organizzato dal Gruppo di Oncologia Geriatrica Italiano (G.O.G.I)

carcinoma mammella

“Oggi, ho avuto l’opportunità di partecipare al Focus sul Carcinoma della Mammella nella paziente anziana. Si tratta di una patologia che purtroppo tocca molte donne, soprattutto in una fascia d’età avanzata. L’evento, che si è tenuto al Policlinico Umberto I – Aula Bignami, è stato organizzato dal Gruppo di Oncologia Geriatrica Italiano (G.O.G.I), in collaborazione con la Scuola di Specializzazione in Oncologia dell’Università La Sapienza di Roma. E’ un percorso importante che serve per cercare di migliorare le cure per i pazienti, ottimizzare i costi del servizio e soprattutto migliorare quel rapporto umano tra pazienti e medici. Questa è la strada giusta da seguire, dalla quale devono prendere esempio anche le altre aziende ospedaliere. Un grazie particolare va al Dott. Vincenzo Bianco e alla Direttrice Sanitaria Dott.ssa Amalia Allocca.”

Lo dichiara il vice presidente della Commissione Sanità alla Regione Lazio Antonello Aurigemma

 “Le tre sessioni previste dal programma – prosegue – hanno permesso di approfondire meglio un argomento delicato che investe duramente le pazienti. Dall’analisi del percorso clinico alle indicazioni e tecniche chirurgiche fino all’illustrazione dei nuovi approcci al problema: è stato possibile porre l’accento su nuovi sistemi utili a dare esiti positivi al decorso di questa malattia. Come vice presidente della Commissione voglio ringraziare gli organizzatori e i partecipanti: un’iniziativa utile e formativa, dalla quale ho appreso spunti importanti per portare avanti iniziative volte a tutelare ulteriormente la salute delle donne”

Sheyla Bobba

Classe 1978. Appassionata di comunicazione e informazione fin da bambina. Non ha ancora 10 anni quando chiede una macchina da scrivere come regalo per il sogno di fare la giornalista. A 17 anni incontra un banchetto del Partito Radicale con militanti impegnati nella raccolta firme per l’abolizione dell’Ordine dei Giornalisti e decide che avrebbe fatto comunicazione e informazione, ma senza tesserino. Diventa Blogger e, dopo un po’ d’inchiostro e font, prende vita il magazine online SenzaBarcode.it Qualche tempo dopo voleva una voce e ha creato l’omonima WebRadio. Con SBS Comunicazione e SBS edizioni si occupa di promozione editoriale e pubblicazione. Antipatica per vocazione. Innamorata di suo marito. Uno dei complimenti che preferisce è “sei tutta tuo padre”.

Cosa ne pensi?

error: Condividi, non copiare!