Politica

Basilicata. Elisabetta Zamparutti, mi candido a governatrice e propongo una duplice adozione

Elisabetta-ZamparuttiBasilicata. Elisabetta Zamparutti, mi candido a governatrice e propongo una duplice adozione

Dichiarazione di Elisabetta Zamparutti, già parlamentare eletta in Basilicata e candidata a governatrice della Regione Basilicata per la lista Rosa nel Pugno di “Ecologisti, Democratici, Laici, Liberali, Credenti”:
“Ho deciso di candidarmi a Governatrice della Basilicata perché ho adottato questa Regione nel corso della mia attività parlamentare dedicandole gran parte del mio lavoro, grazie all’aiuto di Maurizio Bolognetti, e intendo dare continuità a questo mio impegno. Da sola ho presentato il 65% degli atti di sindacato ispettivo e di controllo parlamentare (interrogazioni, interpellanze, risoluzioni, mozioni etc.) rispetto agli altri miei colleghi deputati lucani.
Chiedo oggi ai cittadini lucani se vogliono che questa adozione sia reciproca per far crescere un territorio che merita di più di quanto finora ha avuto a partire da un diritto alla verità sull’amministrazione regionale, maggior trasparenza ed un progressivo rientro nella legalità per il benessere di tutti.
Penso solo al problema delle estrazioni petrolifere, di cui ancora non si conoscono i quantitativi effettivamente estratti (ed i conseguenti introiti e loro destinazione finale), né cosa contengono i camion di ritorno dalle raffinerie delle Regioni limitrofe. Tutto questo in un territorio dove i controlli ambientali continuano a mancare mentre crescono in misura eccezionale i tassi di mortalità da tumori senza che siano ancora stati istituiti i relativi registri.
Chiedo intanto ai cittadini di Matera di andare a firmare per la Lista Rosa nel Pugno e per la mia candidatura a Governatrice al tavolo non-stop dalle 10 alle 22 in Piazza Vittorio Veneto per consentire a tutti i lucani di poter giudicare, votare o respingere, questa proposta di duplice adozione alle prossime elezioni.”

Sheyla Bobba

Classe 1978. Appassionata di comunicazione e informazione fin da bambina. Non ha ancora 10 anni quando chiede una macchina da scrivere come regalo per il sogno di fare la giornalista. A 17 anni incontra un banchetto del Partito Radicale con militanti impegnati nella raccolta firme per l’abolizione dell’Ordine dei Giornalisti e decide che avrebbe fatto comunicazione e informazione, ma senza tesserino. Diventa Blogger e, dopo un po’ d’inchiostro e font, prende vita il magazine online SenzaBarcode.it Qualche tempo dopo voleva una voce e ha creato l’omonima WebRadio. Con SBS Comunicazione e SBS edizioni si occupa di promozione editoriale e pubblicazione. Antipatica per vocazione. Innamorata di suo marito. Uno dei complimenti che preferisce è “sei tutta tuo padre”.

Cosa ne pensi?

error: Condividi, non copiare!