Piedi perfetti, i migliori consigli fai da te

Piedi perfettiChe caldo con le scarpe chiuse!! E’ proprio necessario indossare un bel paio di sandali. L’estetica dei vostri piedi vi trattiene dal farlo? Nessun problema: ecco i migliori consigli naturali per avere piedi perfetti.

Esistono tanti piccoli trucchi semplici e veloci che vi permetteranno di avere dei piedi sempre morbidi e vellutati.

Non ci crederete mai, ma un consiglio che gli esperti forniscono è quello di fare lo scrub anche in questa parte del corpo. Se lo farete di sera, oltre ad esfoliare la pelle dei vostri piedi, il massaggio avrà un ottimo effetto rilassante. Avete tutte le informazioni necessarie per uno scrub completamente naturale qui.

Se i piedi sono secchi è importante idratarli ogni sera prima di andare a dormire. Potrete usare qualcuno dei prodotti indicati per avere una pelle sempre liscia e idratata. Potrete trarre spunto dai  “rimedi per avere mani morbide” che sono ottimi anche per avere piedi perfetti.

Se volete piedi perfetti, una volta alla settimana sarebbe bene prendere l’abitudine di fare un bel pediluvio. Potrete effettuarlo in maniera del tutto naturale e molto economica mischiando all’acqua tiepida sale grosso, bicarbonato e amido di mais. Anche l’acqua con cui cucinate pasta o patate, essendo ricca di amido, è un buon amico dei vostri piedini. Questi ingredienti rilassano la zona e riducono il gonfiore.

A proposito di gonfiore un segreto che suggeriscono i podologi è quello di acquistare le scarpe sempre di sera, quando il piede è più stanco e gonfio. In questo modo non comprerete scarpe che si riveleranno troppo strette e scomode.

Se usate molto i tacchi sappiate che è importante stimolare la circolazione del sangue anche nelle estremità del nostro corpo. Per raggiungere questo obiettivo è sufficiente dedicare ogni giorno qualche minuto alla ginnastica dei piedi. Potrete muovere le dita, roteare le caviglie e muovere i piedi appoggiando la pianta su una lattina o una bottiglietta.

E’ anche molto importante far respirare i piedi. Ora che è estate, dal momento che grazie a questi consigli avrete dei piedi perfetti, non esitate a metterli in bella vista all’aria aperta.

Se il vostro problema è rappresentato dai calli, potrete fare impacchi con alcol denaturato per pochi minuti per trovare sollievo dal dolore. Per eliminarli potrete aggiungere all’applicazione costante dei consigli di cui abbiamo parlato sopra  l’uso frequente della pietra pomice. Questa va sfregata sulle zone callose per ridurne l’entità.

Sempre a proposito di alcol, ultimamente va di moda in molte SPA la “Wine Therapy“, sembra che un buon vino rosso o bianco aiuti ad avere i piedi perfetti grazie alle proprietà dell’uva lavorata in questo modo.

Sempre parlando di terapie particolari, avrete sentito nominare nell’ultimo anno la “Fish Therapy”. Arriva dal Giappone  e ha “preso piede” in tutto il Mondo. Questo sistema consiste nell’immergere i piedi in una vasca piena di pesci Garra Rufa. Questa pratica è comunque sconsigliata alle persone diabetiche, con problemi di psoriasi o con un sistema immunitario debole. Non è ancora ben chiaro inoltre se questo sistema possa trasmettere malattie da una persona ad un’altra (secondo un recente studio effettuato nel Regno Unito non dovrebbero essere alti comunque i rischi di infezione, ma comunque informatevi bene prima di farvi fare la fish pedicure). Inoltre secondo l‘Enpa si tratterebbe di maltrattamento degli animali. A voi la scelta.

Gli esperti consigliano di tagliare le unghie dei piedi dandogli una forma quadrata. Questa evita che le unghie possano incarnirsi. Questo piccolo dettaglio aiuta inoltre a stendere molto più facilmente lo smalto, seguendo la direzione dell’unghia.

L’ultimo consiglio è quello di ricordarvi di spalmare la protezione solare anche sui piedi, è uno dei punti che si dimenticano più facilmente insieme alle ascelle e al retro del ginocchio. Ora siete pronte per la vostra estate, al mare o in città, con bellissimi sandali e scarpe aperte che mostreranno a tutti i vostri piedi perfetti.

Sostieni SenzaBarcode con una donazione!
La nostra associazione, il sito e la webradio sono totalmente autofinanziati.
Scegli il progetto che preferisci e diventa SenzaBarcode

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: