Sovraffollamento carceri.116 euro al giorno per torturare i detenuti

carcere_affollatoCari amici di “Dalla cella si vede il cielo” oggi analizzeremo due problemi in uno: spreco economico dello Stato e il sovraffollamento delle carceri, argomento a cui teniamo molto.
L’Italia è terza in Europa per quanto riguarda il sovraffollamento dei propri penitenziari, dietro soltanto a Serbia e Grecia. Siamo già stati puniti fortemente dalla Corte di Strasburgo per la situazione che abbiamo all’interno dei nostri istituti penitenziari. L’Italia, infatti, ha dovuto pagare 100 mila euro per danni morali a sette detenuti nelle prigioni di Busto Arsizio e di Piacenza. Nella sentenza vi era anche “l’invito” di porre rimedio al sovraffollamento delle carceri. Una proporzione matematica in Italia: per ogni 100 posti ci sono 147 detenuti.

Il paese è anche al terzo posto per numero assoluto di detenuti in attesa di giudizio, dopo Ucraina e Turchia, in Italia 4.140 su un totale di 67.104 carcerati, cioè il 21,1%. L’Ucraina ne ha quasi 18 mila ma su un totale di oltre 158 mila detenuti, mentre in Turchia ci sono quasi 36 mila persone in attesa di giudizio su una popolazione carceraria di quasi 127 mila detenuti. Condizioni di vita che, come sappiamo, non sono accettabili e che corrispondono a pochissimo spazio individuale per ogni detenuto, oltre a un altissimo costo di gestione del settore.
L’Italia è prima invece per quanto riguarda la spesa quotidiana per ogni detenuto, escludendo le spese mediche infatti l’Italia spende ben 116,68 euro al giorno per ogni detenuto! Un confronto europeo: la Francia e la Germania, che prendono in considerazione anche le spese mediche, ne hanno spesi rispettivamente 96,12 e 109,38.

Tra i 47 Stati membri del Consiglio d’Europa solo 5 hanno superato la soglia dei 130 detenuti per 100 posti disponibili: Cipro, Ungheria, Italia, Grecia e Serbia. Ma quello del sovraffollamento, come emerge dal rapporto, è un problema che tocca anche altri 19 Stati membri.
L’Italia è infine il secondo paese, dopo la Spagna, ad avere in termini assoluti il maggior numero di condannati in via definitiva per reati connessi alla droga: 14.868 su 37.622, cioè quasi il 40%. La Spagna ne ha 15.551 ma su un totale di quasi 60 mila condannati in via definitiva.

Moretto

Scrive su SenzaBarcode dalle origini. Redattore, imprenditore

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: