Serie A, la giornata

Serie A avvincente: Napoli e Milan non mollano, Fiorentina attaccata al treno Champions, la Lazio versione campionato non va.

Serie A,goal,Juve,Milan,Napoli

Le distanze rimangono invariate: il Napoli mantiene il -9 di distanza in classifica soffrendo in casa contro l’ Atalanta. La squadra di Mazzarri ritrova Cavani, a segno con una doppietta e vince la gara 3-2 facendosi rimontare per ben due volte dalla squadra bergamasca. Al 4′ minuto del primo tempo Cavani apre le marcature su rigore, l’ Atalanta pareggia con l’ autogol di Cannavaro, primo tempo che finisce 1-1. Nella ripresa ancora il matador segna il goal del 2-1, la gara sembra in pieno controllo da parte dei partenopei, ma nel momento migliore per il Napoli arriva il pareggio di Denis. Il 3-2 arriva grazie al macedone Pandev, che chiude una gara tesissima che si chiude con l’ espulsione di Bigon e Mazzarri.

A San Siro è Balotelli show: doppietta del bomber contro il Palermo sempre più in crisi (serie B vicinissima), che prima sblocca con un rigore perfetto all’8′ che Sorrentino può solo intuire. Poi trova il raddoppio al 66′, ribattendo sottoporta una palla non trattenuta da Sorrentino. Milan che mantiene il -2 dal Napoli, tenendo apertissima la volata per il secondo posto.

La Fiorentina vince in casa 3-2 con il Genoa, al termine di una partita combattutissima e resta attaccata al treno per la Champions League, a -3 dal Milan terzo. I viola si fanno rimontare due volte, ma alla fine trovano il goal dei tre punti grazie a uno sfortunato autogol di di Cassani al 77′ su calcio d’angolo. Il Pescara perde in casa con il Chievo perdendo 0-2, subendo due goal negli ultimi 5′ e resta in fondo alla classifica insieme con il Palermo. La B sembra inevitabile, i tifosi hanno contestato la squadra. L’anticipo della domenica tra Siena e Cagliari finisce 0-0, con i bianconeri che vedono la salvezza sempre più lontana.

Nella sfida serale di domenica sera, grazie ad una prestazione di carattere e orgoglio, il Toro batte 1-0 la Lazio sempre più in fase calante in campionato (a differenza delle serate di Europa League) e si avvicina sempre di più verso l’obiettivo salvezza. Il goal di Jonathas al 78′ decide una sfida giocata su un campo innevato ai limiti della praticabilità. La Roma invece battendo il Parma all’ Olimpico con goal di Lamela e Totti (supera Nordhal con 226 goal), aggancia la Lazio al 6° posto e l’ Inter, che non gioca contro la Sampdoria (partita rinviata a Genova).

Negli anticipi di sabato un super Catania batte l’ Udinese 3-1, continuando a sognare l’ Europa che conta: i goal tutti nel secondo tempo con doppietta di Gomez, goal di Lodi per il momentaneo 3-0, e goal della bandiera per l’ Udinese di Muriel per il definitivo 3-1. La capolista Juventus non si ferma e batte il Bologna al Dall’ Ara, mantenendo così il +9 sul Napoli: a segno Vucinic e Marchisio, i goal tutti nel secondo tempo. A fine gara Antonio Conte viene criticato per aver esultato con i propri tifosi in maniera plateale: avete capito bene, adesso in Serie A non si può più nemmeno gioire per una vittoria, importante come quella di sabato sera ai fini della lotta scudetto. Le emozioni del campionato torneranno il 30 marzo per gli impegni delle nazionali.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: