Cronaca

PMI e cyber security nel Sistema Paese

Le PMI rappresentano la maggioranza delle imprese presenti sul territorio italiano, con un contributo significativo al PIL nazionale

Da sole, infatti, generano 2.834 miliardi di euro di fatturato, pari al 42% di quello totale registrato dalle imprese italiane, contribuiscono al 41% del PIL del nostro Paese, a oltre un terzo (35%) degli investimenti e a quasi la metà (48%) dell’export totale. Tuttavia, queste imprese spesso non hanno le stesse risorse finanziarie e umane a disposizione delle grandi aziende per affrontare le sfide della Cyber Security.

Ciò rappresenta un rischio per il Sistema Paese, esposto in un ganglio vitale alle nuove minacce digitali del cybercrimine e della cyberwar. I dati sono inequivocabili: le piccole e medie imprese i bersagli preferiti delle cybergang criminali in Italia: oltre l’80% dei cybercrimini commessi l’anno scorso ha riguardato imprese con un fatturato inferiore ai 250 milioni di euro, mentre il 51% delle realtà colpite ha meno di 100 dipendenti. E in questa casistica si prendono in considerazione solo delle aziende che, non avendo pagato il riscatto, hanno visto pubblicati i loro dati dalle cybergang. Molte di più sono quelle che, non potendo permettersi potenziali rischi di interruzione del proprio business, hanno pagato: ma di loro non c’è traccia.

 Le PMI, oltre a generare ricchezza diffusa, detengono un patrimonio inestimabile di saperi e conoscenze, misurabile anche in termini di brevetti e innovazione, che fanno gola, sia in chiave geopolitica che economica

In questo contesto, il ruolo dell’associazionismo nel settore della Cyber Security ricopre un ruolo cruciale per le PMI. Le realtà come Assintel offrono al mondo delle piccole e medie imprese un interlocutore diretto verso il mondo pubblico e istituzionale, consentendo loro di avere un punto di riferimento in grado di fornire supporto concreto per migliorare la loro sicurezza informatica.

Secondo il CEO di Swascan, Pierguido Iezzi è dunque essenziale fornire alle PMI gli strumenti, i servizi e la consapevolezza necessari per affrontare le sfide della Cyber Security e garantire la loro protezione. “Allo stesso tempo”, dichiara, “il nostro ruolo di interlocutori tra le aziende del settore e il mondo pubblico e istituzionale ci permette di evidenziare le criticità che le PMI devono affrontare e fornire le informazioni necessarie per la gestione della sicurezza informatica. In questo modo, possiamo contribuire a creare un ecosistema di aziende e professionisti del settore che collaborano per affrontare le sfide del futuro e garantire la sicurezza informatica del paese”.

Foto di Lars Nissen da Pixabay

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

error: Condividi, non copiare!