Arte e Cultura

Mani in extasy Salone del Libro di Napoli

Chiara Domeniconi, candidata al Premio Strega Poesia, partecipa al Salone del Libro e dell’Editoria di Napoli. Allo stand del CSU (Collettivo Scrittori Uniti) con i suoi libri di maggior successo.

Da oggi, 13 aprile e fino al 16, la IV edizione di Napoli CittàLibro alla Stazione Marittima di Napoli con la partecipazione di Chiara Domeniconi con il suo Mani in extasy, la silloge edita da SBS Edizioni e candidato al Premio Strega Poesia nella sua prima edizione del 2023.

Allo stand del Collettivo Scrittori Uniti (A4) sarà quindi possibile incontrare la scrittrice e chiedere la dedica sulla copia di questa raccolta. Un viaggio d’amore e speranza. La ricerca della propria individualità, del valore e la comprensione della paura e della sua importanza.

Oltre a Mani in extasy anche Come un chiodo nella carne e Diversamente amabili (entrambi Argentodorato Editore), due libri a metà tra il romanzo e il saggio; comunque la storia vera di una ragazza anoressica e bulimica, sprofondata nel vortice dell’autolesionismo e della paura, quella che paralizza e non concede neppure l’amore.

Dopo Napoli, Chiara Domeniconi, sarà a Rivoli, Brindisi e la provincia di Ferrara, per arrivare poi al Salone Internazionale del libro di Torino, allo stand H27 (CNA Editoria) padiglione 2.

Astro nascente nel panorama letterario italiano, la Domeniconi, è autrice da tenere nella propria libreria personale.

Mani in extasy. In mendacio veritatis. In errori legis ► https://amzn.eu/d/47g2JP2

Come un chiodo nella carne ► https://amzn.eu/d/3ufuLu7

Diversamente amabile ► https://amzn.eu/d/1Beo7Y5

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

error: Condividi, non copiare!