Arte e Cultura

Casalinghi Disperati Teatro Domma di Acilia

Casalinghi Disperati di Cinzia Berni e Guido Polito vi aspettano al Teatro Domma di Acilia dal 26 al 27 marzo e dal 2 al 3 aprile.

Le problematiche affrontante dagli uomini separati, tra spese di  mantenimento, appuntamenti concordati per vedere i figli, delusioni e incertezze, affrontate in chiave ironica, sono le tematiche al centro di Casalinghi Disperati. Lo spettacolo, diretto da Nicola Pistoia, sarà in scena al Teatro Domma di Acilia per due week end consecutivi (26 e 27 marzo – 2 e 3 aprile). Al microfono di Palcoscenico interviene Nicola Pistoia.

Ad interpretare il testo di Cinzia Berni e Guido Polito saranno Giancarlo Fares, Andrea Catarinozzi, Valerio Giombetti e Stefano Tomassini

Tre uomini separati vivono insieme in un appartamento, devono affrontare tutte le problematiche della convivenza e della vita da separati. Nonostante i turni per chi cucina o fa le pulizie i tre uomini trovano un loro equilibrio, l’arrivo di un ospite leggermente bipolare sconvolgerà la loro vita.

Casalinghi Disperati di Cinzia Berni e Guido Polito con Giancarlo Fares, Andrea Catarinozzi, Valerio Giombetti e Stefano Tomassini. Regia di Nicola Pistoia, scena Francesco Montanaro. Teatro Domma, via di Macchia Saponara 106 – Acilia (RM), 26 e 27 marzo e 2 e 3. Spettacoli settimanali alle 21 domenica alle 18.

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

error: Condividi, non copiare!