Turismo: con Ivana Jelinic per Decreto sostegni ter

Torniamo a parlare del comparto turistico in relazione al decreto sostegni ter. È con noi Ivana Jelinic presidente FIAVET.

“Attesissimo dal turismo, una grande delusione per tutta la filiera” commenta così Ivana Jelinic presidente FIAVET il decreto sostegni ter. Sappiamo quanto il turismo sia provato da questa pandemia e dell’emergenza sanitaria, ormai protratta fino a marzo 2022. “ Uno stanziamento da 80 milione di euro che dovremo dividere con hotel, ristoranti, bar, mense e catering”. Continua la nota stampa della FIAVET. Torna ai microfono di Disputandum la presidente Jelinic, per rispondere ad alcune domande, iniziamo dal commentare cosa manca effettivamente in questo Decreto.

“Sicuramente c’è stato una mancata aspettativa su quella che è stata la proroga della cassa integrazione. La riforma degli ammortizzatori sociali probabilmente non era stata ben spiegata quindi non erano stati preparati gli operatori a questo cambiamento. Ciò sicuramente ha generato grande preoccupazione e grande perplessità. Dall’altro canto quello che è mancato in maniera chiara è capire le effettive risorse da mettere in campo per quanto riguarda anche i Ristori delle agenzie di viaggio. È stato fatto uno stanziamento, non si sa ancora in maniera precisa e dettagliata quanto sarà l’importo rispetto all’attività complessiva…”. . Dettagliata e precisa come sempre, trovate a fondo pagina il podcast con la conversazione integrale.

Il turismo segnava 13 punti del PIL, oggi apprendiamo che 2500 agenzie di viaggio su 13000 in Italia hanno già chiuso

Non è difficile immaginare cosa potrebbe accadere se non arriveranno, e in tempo, adeguate misure e aiuti. Su questo la presidente FIAVET commenta così: “il rischio vero è che siano un altro numero significativo di aziende a dover chiudere… Molte stanno facendo valutazioni in tal senso e anche numerosi licenziamenti. Il perdurare dell’incertezza, lo stato di emergenza prorogato al 31 di marzo, una situazione pandemica ancora non completamente sotto controllo e quindi l’impossibilità di andare a programmare quello che può sarebbe un periodo di medio termine, ovviamente rischiano di vedere ulteriori chiusure”.

Domenica scorsa si è chiuso il Fitur, la fiera del turismo di Madrid. Si sono raccolti segnali positivi per la ripresa del turismo iberico e molti di questi segnali arriverebbero dall’Italia. Isabel Garaña Console Aggiunto e direttrice dell’Ente Spagnolo del Turismo di Milano ha dichiarato che l‘Italia resta un mercato turistico importante per la Spagna, meta favorita per le vacanze lunghe ed è destinazione che attrae per l’arte, la cultura, la natura le spiagge e le nostre bellezze in generale.  Le vacanze estive non sono poi così lontane e non poche persone vorrebbero, sei già non lo hanno fatto, organizzare i propri viaggi in Italia o all’estero. La situazione per i turisti in entrata e in uscita e chiara? 

Per la risposta completa vi rimando al podcast dell’intervista integrale.

Foto di ADMC da Pixabay

Sheyla Bobba

Sheyla Bobba, classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. Nello stesso anno, la collana editoriale SenzaBarcode prende una forma concreta, alla fine dell'anno successivo ha in catalogo 14 titoli, la collaborazione con CTL Editore diventa più solida e performante. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. Le presentazioni dei libri aumentano a dismisura: online e offline, interviste per la WebRadio, articoli, vere e proprie conferenze, convegni e dibattiti. Gli autori emergenti hanno ormai un ruolo di primissimo piano nelle mie attività. Nel 2022 chiudiamo l'Associazione culturale SenzaBarcode e SBS Comunicazione è diventato ormai una realtà affermata, riferimento di Autori emergenti. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.sbscomunicazione.it - www.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it - www.libri.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: