Diocesi di Roma e Banco Alimentare

Il Banco Alimentare del Lazio ora ha un magazzino anche nella capitale, questo è stato possibile anche grazie al sussidio della Diocesi di Roma.

L’associazione Banco Alimentare ha ricevuto un contributo pari a 28mila euro proveniente dai fondi dell’8xmille della Chiesa Cattolica.  Tale contributo dalla Diocesi di Roma ha permesso di sostenere parte dei costi di riqualificazione di uno spazio, concesso in comodato d’uso da RFI Rete Ferroviaria Italiana, che versava in stato di abbandono e la sistemazione di locali ora idonei allo stoccaggio di derrate alimentari.

“Siamo molto felici – dichiara Giuliano Visconti, Presidente del Banco Alimentare del Lazio ODV – del rinnovato sostegno da parte della Diocesi di Roma. Questo è un segno di vicinanza all’opera che portiamo avanti da oltre vent’anni. Il perdurare dell’emergenza sanitaria e sociale ci ha messo di fronte alla necessità di disporre di ulteriori spazi per poter stoccare quantitativi di cibo sempre più importanti, solo grazie al contributo di tanti donatori e a quello della Diocesi abbiamo potuto riqualificare e adeguare allo stoccaggio questo spazio sulla Tuscolana.

Oggi desideriamo – aggiunge il Presidente della ODV – trasformare questo spazio in un punto di riferimento per la distribuzione alle strutture caritative di Roma, come i tanti centri di ascolto parrocchiali convenzionati con il Banco Alimentare, che ogni giorno aiutano le persone che vivono in difficoltà nella capitale. Ci auguriamo che la Diocesi di Roma continui anche in futuro a supportarci, affinché più persone indigenti ritrovano la dignità e il sorriso, per mezzo del soddisfacimento di un bisogno primario qual è l’alimentazione.”

Leggi anche Scegliere la Colletta Alimentare

Il nuovo magazzino si aggiunge al principale inaugurato nel 2017 che ha sede ad Aprilia nel complesso ex acqua Claudia, e al magazzino di Viterbo inaugurato nel 2020.

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: