Mancato uso masherine, multato

Polizia Locale, controlli anti-covid: scattano le prime sanzioni per mancato uso mascherine in orario serale

Prosegue l’impegno della Polizia Locale per far rispettare le normative anti-covid, con particolare attenzione alle località maggiormente affollate e dove, nel corso dei controlli effettuati nelle scorse settimane, gli agenti avevano riscontrato comportamenti poco responsabili, che avevano portato ad interventi di ripristino delle condizioni di sicurezza anche tramite l’isolamento di alcune piazze per evitare il fenomeno degli assembramenti. Nel corso delle verifiche potenziate per il fine settimana, sono scatte le prime sanzioni per inosservanza dell’ordinanza del Ministero della Salute sull’uso dei dispositivi di protezione, le mascherine, dopo le ore 18.00.

Il primo episodio si è verificato a Fontana di Trevi

la pattuglia del I Gruppo Centro, in servizio di vigilanza serale nella piazza, ha multato un cittadino romano di 29 anni che si è rifiutato di indossare la mascherina, nonostante informato delle nuove disposizioni e invitato più volte al rispetto delle regole.
Un altro ragazzo è stato sanzionato per lo stesso motivo in una delle piazze tipiche della movida nel quartiere di San Lorenzo. Anche in questo caso, di fronte al rifiuto del giovane di mettere il dispositivo di protezione, gli agenti del II Gruppo “Sapienza” hanno proceduto con la sanzione prevista.

Nei vari quartieri della Capitale sul litorale romano l’attività di controllo della Polizia Locale andrà avanti, mantenendo alta l’attenzione per i comportamenti che possano mettere a rischio la salute collettiva.

Foto repertorio

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: