Internet, disabilità e connessioni neuronali

A disabilità e benessere per WebRadio SenzaBarcode, parla di internet e connessioni neuronali.

Nel 1991 veniva messo in rete il primo sito web. Non tutti sanno che la rete di connessioni dati è stata ispirata dalla rete di connessioni neuronali dell’encefalo umano. Era già presente nell’idea dell’ inventore di creare qualcosa che fosse veloce ed efficace come il sistema di connessioni neuronali per permettere il passaggio di informazioni in tutto il mondo.

Nel tempo il sogno si è avverato ed oggi abbiamo device come cellulare, tablet e computer che viaggiano talmente veloci da ricevere in tempo reali le informazioni. Oggi le generazioni sono già più predisposte e veloci nell’utilizzo di questi sistemi. Questo ha portato e porterà nel futuro ha dei ragionamenti e delle conclusioni sempre più veloci ed efficaci all’interno di qualsiasi ambiente scientifico.

Per un ragazzo con disabilità utilizzare un computer vuol dire imparare a comunicare con gli altri in modo più veloce ed efficace sentendosi parte di un mondo e aumentando le proprie capacità comunicative.

Emanuela Fatilli

Emanuela Fatilli nata a Busto Arsizio dove tutt'ora vive, nel 1973 é sposata e madre di due figli Giovanni e Giacomo. Lavora presso l'ospedale di Magenta dal 1996 in qualità di Tecnico di Radiologia. Ha pubblicato il suo primo libro, " La casa infestata che non c'era l'albergo aperto", nell'ottobre del 2018 per la casa editrice milanese "Excogita ". Da settembre 2019 collabora con la WebRadio SenzaBarcode come speaker e autore per il programma Disabilità e Benessere.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: