Bolle di sapone e a teatro gratis!

SenzaBarcode ti manda a teatro, per vedere gratis il tuo spettacolo preferito. Questa settimana Bolle di sapone al Brancaccino.

Pyros, il fuoco della cultura di SenzaBarcode ospita ogni settimana un nuovo artista, scrittore o attore. Ieri, 19 novembre è toccato a Grazia Capraro e Daniele Paoloni, che saranno in scena con Bolle di sapone al Brancaccino. A vincere i biglietti, rispondendo correttamente alla domanda, è stata Debora che venerdì siederà nella platea dello storico teatro romano.

La prima è il 21 novembre, alle 21 fino a sabato, e in replica domenica 1 dicembre, alle 18.45 e al teatro Brancaccino, in via Mecenate 2, ovviamente a Roma. Bolle di sapone, scritto e diretto da Lorenzo Collalti, racconta di due personaggi molto timidi, “ossessivamente timidi”, che vivono in maniera surreale la loro vita intrappolati in una visione fantasiosa del quotidiano. Due piccole solitudini che si incontrano e danno vita ad uno spettacolo intenso e appassionante

Pyros ci ha fatto conoscere Daniele Paoloni e Grazia Capraro

due attori giovani, frizzanti e con la grinta di chi non vuole mai sentirsi arrivato, ma pronto costantemente a nuove sfide e progetti

Bolle di sapone è una storia, un racconto, leggero e scorrevole, coinvolgente e brillante, che vi cattura e porta a delle riflessioni su quello che ci circonda e sulla propria partecipazione nella società.

Martedì 26 novembre sarà con noi Dario Accolla, per parlarci del suo nuovo libro “Non passa lo straniero. Come resistere al discorso sovranistaper Villaggio Maori edizioni. Martedì 3 dicembre si torna a teatro per un debutto in prima nazionale assoluta, “Un attimo prima. Francesca Morvillo”, al Teatro Ciak di Roma, dal 26 novembre al 6 dicembre. Parleremo con Maria Inversi, che ha scritto e dirige lo spettacolo.

Sempre in diretta con WebRadio SenzaBarcode.

Sostieni SenzaBarcode con una donazione!
La nostra associazione, il sito e la webradio sono totalmente autofinanziati.
Scegli il progetto che preferisci e diventa SenzaBarcode

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: