Shopper personalizzate, quali sono i vantaggi

Per chi si reca abitualmente a fare la spesa uno dei problemi maggiori è quello del contenitore in cui riporre gli acquisti: non sempre è sufficiente il tradizionale carrello che non può ovviamente essere portato in giro.

La soluzione alternativa più gettonata è oggi quella delle shopper. Questi strumenti hanno preso linfa vitale, ultimamente, dalla decisione di rendere obbligatorio il pagamento delle buste di plastica a seguito di una legge adottata nel nostro Paese tra le comprensibili proteste delle associazioni che tutelano i diritti dei consumatori.

Un elemento inizialmente negativo che ha dato il via ad un mercato oggi molto fiorente: le shopper personalizzate sono ormai ampiamente usate e le aziende che le producono hanno colto le opportunità che derivano da questo business. Soprattutto nelle grandi città, come nel caso delle buste personalizzate a Roma.

Cosa sono le shopper personalizzate?

Per shopper personalizzate si intendono i contenitori che i commercianti mettono a disposizione della propria clientela, senza chiedere nulla in cambio, al fine di facilitare il trasporto delle merci acquistate.
Proprio gli esercenti hanno compreso per primi come una shopper anonima non abbia la stessa valenza di una che invece si mostra gradevole alla vista, riportando magari notizie in grado di pubblicizzare la propria attività.

Un contenitore ben curato e intrigante è in grado di richiamare lo sguardo dei passanti non meno di un vero e proprio cartellone pubblicitario, senza implicare una spesa rilevante. Il vantaggio offerto da una soluzione di questo genere è facilmente intuibile: il consumatore diventa una sorta di testimonial dell’esercizio, recando con sé un contenitore che ove ideato con discernimento e gusto, si trasforma in un vero e proprio biglietto da visita.

Quali sono i vantaggi di una shopper personalizzata?

Naturalmente il compito di valorizzarlo spetta alla grafica e qui le soluzioni possono essere due: fare da sé, scegliendo il colore e un logo in grado di attirare lo sguardo, cercando di individuare con precisione le informazioni che si vuole propagare all’esterno; oppure rivolgersi ad uno studio grafico, abituato a lavorare su concept che possono far risaltare il messaggio desiderato.

Al vantaggio in termini di marketing che può derivarne per il brand il quale decide di utilizzarle, le shopper personalizzate aggiungono poi quello di carattere ambientale: ecologiche e, soprattutto, riutilizzabili più volte, proprio esse sono in grado di evitare il ricorso alle tradizionali ed inquinanti buste di plastica.

In tal modo si può evitare di disperdere nell’ambiente oggetti difficili da smaltire e i quali contribuiscono in maniera decisiva ad inquinare un pianeta il quale è ormai arrivato ad un punto critico in tal senso. Proprio per questo motivo sono sempre di più i consumatori che gradiscono una soluzione potenzialmente meno critica per il futuro dei propri figli.

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: