Piano di pulizia straordinaria breve e lungo periodo

Campidoglio: Raggi incontra sindacati e presidente Ama. Piano di pulizia straordinaria e risanamento dell’azienda. “Considerare lavoratori e cittadini”.

Questa mattina la sindaca di Roma Virginia Raggi ha incontrato in Campidoglio, insieme al presidente di Ama Luisa Melara, tutti i rappresentanti sindacali dei lavoratori dell’azienda municipalizzata per mettere a punto un programma sinergico di intervento, un piano d’azione che funzioni nel breve e nel lungo periodo.

Dopo gli attacchi incendiari alle strutture pubbliche di trattamento dei rifiuti, dopo i danni ai mezzi, alle strutture e ai cassonetti di Ama e, soprattutto, dopo i rallentamenti che hanno colpito il servizio di raccolta in questi giorni.

L’amministrazione di Roma Capitale ha voluto dare una risposta concreta:

da un lato avviando la predisposizione di un piano di pulizia straordinaria della città e, dall’altro, iniziando un percorso di ascolto per agire sui meccanismi interni dell’azienda.

“Quello che abbiamo in mente è un tavolo di confronto permanente che si riunisca a cadenza stabilita – ha spiegato la sindaca Raggi – in modo da progettare un percorso chiaro nel metodo e nei tempi. Questa serie di incontri è pensata per recepire la voce di chi, ogni giorno, lavora in strada e può dare un contributo determinante in termini di pulizia e rispetto della legalità. Questa notte sono stati dati alle fiamme alcuni cassonetti in via di Torrevecchia: siamo davanti all’ennesimo atto di sabotaggio nei confronti di Ama. Un danno per l’ambiente e per le tasche dei cittadini, visti gli alti costi per la pulizia straordinaria e la sostituzione dei cassonetti distrutti. A chi prova a mettersi di traverso, a chi agisce nell’ombra con metodi criminali, anche oggi replichiamo senza paura, mettendo insieme le parti sane di questi città”.

“Abbiamo chiesto ai sindacati di inoltrare al Cda e al socio unico un documento – ha spiegato la presidente Melara – in cui indicare i problemi da loro rilevati insieme alle modalità di risoluzione. Queste proposte saranno poi confrontate con un piano di intervento redatto dalla dirigenza che andrà in due direzioni: nell’imminente, risolvere i rallentamenti nella raccolta e, successivamente, operare per un risanamento generale dell’azienda che tenga in considerazione le esigenze dei lavoratori e quelle dei cittadini romani”.

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: