Gaiser a Monteverde e inizia il coro “Raggi dimettiti”

Un forte boato e poi l’esplosione. È l’ennesima perdita d’acqua nella città ma questa volta il gaiser supera il terzo piano del condominio. Ne fa le spese anche una Yaris.

Un forte boato e poi l'esplosione. È l'ennesima perdita d'acqua nella città ma questa volta il gaiser supera il terzo piano del condominio. Ne fa le spese anche una Yaris.

Agosto romano, tanti rubinetti chiusi e troppa pressione nelle tubature che hanno visto molte primavere. Accade quindi che nel quartiere Monteverde esploda, letteralmente, l’asfalto e ne fuoriesca un gaiser che sta superando il terzo piano di una palazzina. Inghiottita la parte anteriore di una Yaris che era parcheggiata, per fortuna nessun ferito.

Sul posto da subito la Polizia Locale e i vigili del fuoco. La strada ora è ovviamente chiusa

Roma non brilla per resistenza dell’asfalto e solidità delle tubature – anzi – ma certo non dall’amministrazione Raggi, come dimenticare il fiume d’acqua che si formò a settembre 2013 – periodo Marino – che da Gregorio VII arrivò sino a Piazza Pio XI. Oppure la clamorosa voragine del 2008, a dicembre, quando ad essere inghiottito fu un camion che trasportava materiali edili e che trascinò con se anche una Fiat 600. Accadeva in via della stazione di San Pietro in epoca Alemanno.

Come a dire che ogni sindaco ha avuto il suo daffare con tubature, gaiser, voragini e distruzioni varie. Il coro – che presto si alzerà – “Raggi dimettiti” non ha quindi ragione di esistere in questo frangente.

 

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: