Gaiser a Monteverde e inizia il coro “Raggi dimettiti”

Un forte boato e poi l’esplosione. È l’ennesima perdita d’acqua nella città ma questa volta il gaiser supera il terzo piano del condominio. Ne fa le spese anche una Yaris.

Un forte boato e poi l'esplosione. È l'ennesima perdita d'acqua nella città ma questa volta il gaiser supera il terzo piano del condominio. Ne fa le spese anche una Yaris.

Agosto romano, tanti rubinetti chiusi e troppa pressione nelle tubature che hanno visto molte primavere. Accade quindi che nel quartiere Monteverde esploda, letteralmente, l’asfalto e ne fuoriesca un gaiser che sta superando il terzo piano di una palazzina. Inghiottita la parte anteriore di una Yaris che era parcheggiata, per fortuna nessun ferito.

Sul posto da subito la Polizia Locale e i vigili del fuoco. La strada ora è ovviamente chiusa

Roma non brilla per resistenza dell’asfalto e solidità delle tubature – anzi – ma certo non dall’amministrazione Raggi, come dimenticare il fiume d’acqua che si formò a settembre 2013 – periodo Marino – che da Gregorio VII arrivò sino a Piazza Pio XI. Oppure la clamorosa voragine del 2008, a dicembre, quando ad essere inghiottito fu un camion che trasportava materiali edili e che trascinò con se anche una Fiat 600. Accadeva in via della stazione di San Pietro in epoca Alemanno.

Come a dire che ogni sindaco ha avuto il suo daffare con tubature, gaiser, voragini e distruzioni varie. Il coro – che presto si alzerà – “Raggi dimettiti” non ha quindi ragione di esistere in questo frangente.

 

Sheyla Bobba

Classe 1978. È presidente dell’associazione SenzaBarcode, direttore e blogger dell’omonimo sito che si occupa di informazione su Roma. È docente di Academy SenzaBarcode e si occupa di web writing e comunicazione.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: