Vacanze alle Maldive? Paradiso terrestre ora alla portata di molti

Maldive. Sono le vacanze per eccellenza, la meta più ambita per gli sposi novelli la fuga più romantica Il Paradiso incantato per chi ama il caldo il mare e i colori mozzafiato.

È un’estate che dura 12 mesi. Sabbia come talco e una barriera corallina che incanta. L’Arcipelago delle Maldive è da sempre una delle mete preferite dalle star, i VIP è da chiunque ama la natura il relax e paesaggi sblorditivi. oggi molti pacchetti per offerte turistiche danno la possibilità anche ai non Paperon de Paperoni di godere di questo spettacolo. I tramonti spettacolari e la piacevole scoperta dell’enogastronomia locale faranno sì che ogni minuto della vostra giornata sarà da ricordare e imprimere nei vostri cuori in modo indelebile. L’acqua cristallina dell’Oceano Indiano sarà un invito per ogni sport acquatico, dal più semplice snorkeling ad immersioni subacquee con le bombole, per visitare la barriera corallina e la natura incontaminata che la circonda. Il fattore Wow ha rseso questi luoghi incantati i più Instagrammati in assoluto di tutto il mondo.

La Russia è la nazione, appena prima dell’Italia, più presente sull’Arcipelago delle Maldive, turisti da tutto il mondo sono ogni anno alla ricerca di pacchetti offerte per questi atolli. Sono già disponibili le Offerte Maldive Alpitour per assicurarsi una vacanza con tutti i confort possibili e alla portata di molti.

Non perdete la rilassante esperienza di stare all’ombra delle palme dell’isola Makunudu, le strepitose palafitte dell’isola Vadhoo o la pesca dal’altura sull’isola di Velingadu  dove potrete partecipare anche alle battute di pesca agli squali.

Impossibile mancare una visita anche alla capitale Malé , al suo frequentatissimo mercato del pesce e ai molti coloratissimi negozi. Per l’aspetto culturale imperdibile la Hukuru Miskiy – detta laMoschea del Venerdì – risalente al XVII secolo, fatta di splendido corallo bianco intarsiato.

Sheyla Bobba

Sheyla Bobba, classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. Nello stesso anno, la collana editoriale SenzaBarcode prende una forma concreta, alla fine dell'anno successivo ha in catalogo 14 titoli, la collaborazione con CTL Editore diventa più solida e performante. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. Le presentazioni dei libri aumentano a dismisura: online e offline, interviste per la WebRadio, articoli, vere e proprie conferenze, convegni e dibattiti. Gli autori emergenti hanno ormai un ruolo di primissimo piano nelle mie attività. Nel 2022 chiudiamo l'Associazione culturale SenzaBarcode e SBS Comunicazione è diventato ormai una realtà affermata, riferimento di Autori emergenti. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.sbscomunicazione.it - www.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it - www.libri.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: