Vaccini, ospedali e Fiera Roma. Con Fabrizio Santori

Vaccini obbligatori, ma la Regione Lazio è pronta? Ospedali con porte che finiscono nel vuoto e l’economia della Capitale rallentata da un treno.

Dopo il servizio sul degrado della zona commerciale con Daniele Catalano, consigliere al Municipio XI, anche Fabrizio Santori si è recato alla Fiera di Roma per costatare di persona i disagi con i quali il polo fieristico si trova a misurarsi ogni giorno.

Lo abbiamo sempre ripetuto, le fiere sono volani importanti per la nostra economia. ESC ha portato a Roma 35mila medici e 60mila tra espositori, staff e accompagnatori, e circa 200 milioni di indotto per la città. La Capitale però sembra snobbare e i problemi strutturali -figli di anni di scelte sbagliate e abbandono- stanno creando molti disagi e mettono a rischio le possibilità di crescita di Fiera Roma.

Tanti i problemi sottolineati da Fabrizio Santori ma in particolare il trasporto ed il servizio Trenitalia. È come il gioco delle tre carte, per arrivare a Fiera da Termini si è costretti ad un percorso fatto di metropolitane e treni. Assurdo invece arrivare all’Aeroporto di Fiumicino brevissima distanza, prendere il treno Leonardo Express e sfrecciare alla fermata costringendo il turista a tornare indietro.

Il problema maggiore si ha con le gare per i convegni, dove si ottiene un punteggio per ogni servizio e, ovviamente, meritiamo per questo una grave insufficienza.

“Tutto questo fa perdere competitività. Quindi mi impegnerò a depositare una interrogazione immediata diretta al presidente Zingaretti per chiedere cosa si sta facendo visto che la Regione Lazio ha il contratto di gestione proprio per questi servizi”.

Altro ancora il consigliere di Fratelli d’Italia ha chiesto a Zingaretti. La Regione è pronta e i vaccini sono gratuiti?

“Assolutamente non è vero, la gratuità c’è soltanto per i bambini nati nel 2017. Per tutti i bambini nati prima non è previsto alcun contributo, deve essere tutto pagato a parte qualche vaccino che è già obbligatorio…”

Il consigliere regionale ci fa anche l’esempio del vaccino per il meningococco di tipo B, i bambini nati nel 2017 non dovranno pagare nessuna assunzione, per tutti gli altri la spesa è di circa 80 euro per ogni richiamo. Per i bambini dai 2 anni sono previsti 2 richiami e sotto i 2 anni ben 3, per un bimbo nato nel 2016 la spesa ammonta a 250 euro.  Ne caso di famiglie con più bambini il costo è decisamente importante.

C’è anche un bug nella comunicazione alle famiglie, considerando che l’inizio delle scuole è tra pochi mesi.

Fabrizio Santori è ormai famoso per i blitz agli ospedali, tra questi il CTO della Garbattella

“I lavori di adeguamento antincendio in questa struttura storica, sono fermi da due  anni. In particolare l’istallazione di una scala… Se si entra all’interno del CTO, si passa su una passerella per andare agli ambulatori proprio all’ingresso principale, si vede un cantiere che è fermo da due anni con una buca che è stata aperta e mai chiusa, e guardando in alto abbiamo due porte di emergenza che guardano nel vuoto”.

Tanti gli argomenti che possiamo trattare con Santori, per il momento ci prepariamo a condividere le prossime interrogazioni e lasciamo il video dell’articolata intervista.

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: