Roma nord: La Storta al buio e senza servizi

A La Storta, più precisamente in quello identificato come Piano di Zona B47, manca un po’ tutto. Ci sono le case, va bene, ma per definirlo “quartiere” ce ne vuole.

Tra viale Roberto Lerici e via Libero Bovio manca sostanzialmente tutto. I lavori di urbanizzazione, seppur corrisposti dal costruttore al Comune di Roma, non sono stati ancora realizzati. In sostanza, stando alle testimonianze e ai documenti presentati dal Comitato di quartiere, la situazione sarebbe questa: il Comune ha avuto i soldi dal costruttore ma, inspiegabilmente, non esegue alcuna opera.

Il tappetino stradale, la cartellonistica, la segnaletica e, non ultima, l’illuminazione, sono assenti. Per non parlare dei marciapiedi, dei quali è stato realizzato il solo cornicione bianco. I cittadini insorgono, come negarlo, davanti a tante mancanze, dopo gli appelli al Presidente del Municipio XIV, Alfredo Campagna, e al Sindaco di Roma, Virginia Raggi. “I lavori per la realizzazione dell’impianto di illuminazione a La Storta sono fermi. Mancano pali e punti luce, nonostante l’opera sia stata già saldata ad Acea, appaltata e consegnata alla ditta appaltatrice a febbraio 2016. Da un anno i cittadini aspettano una risposta concreta.

Risposta che, passando dalla Giunta Pd a quella del M5S non è cambiata: illuminazione non pervenuta”. Esordisce così Stefano Erbaggi, Vicepresidente del Comitato Piano di Zona B47 – La Storta Stazione, dopo l’ennesimo intervento, oggi, sulla zona.

Con l’aiuto di alcuni abitanti e non solo della zona, il Comitato ha infatti provveduto a ripristinare i cartelli di indicazione stradale: dopo essere stati piantati dagli operatori competenti, erano caduti a terra.

Apparentemente a causa di un lavoro non ottimale di sistemazione dei pali. “I lavori di urbanizzazione, seppur finanziati, non vengono svolti, il tutto senza alcuna ragione o motivazione. L’Amministrazione Municipale del Presidente Campagna, dopo tante chiacchiere e promesse, non ha fatto nulla”, prosegue. Come ricorda a voce, il Comitato si è presentato alla nuova Amministrazione municipale ad agosto scorso. Dopo essere stato ricevuto dal Presidente Campagna, il Comitato è poi intervenuto in due sedute consiliari, conferendo con l’Assessore ai Lavori Pubblici del Municipio XIV e con gli esponenti di Giunta presenti.

“Siamo stati abbandonati a noi stessi”, conclude con una leggera rassegnazione. Uno stato d’animo che certo non fermerà la voglia del Comitato di vedere completato il proprio quartiere. Un quartiere vissuto in tutto e per tutto, nonostante le difficoltà. Come ricorda il Consigliere municipale Stefano Oddo, “numerosi interventi di bonifica sono stati eseguiti in queste strade dai cittadini”. “Sfalci di erba, opere di decoro urbano, non ultima la riesumazione dei cartelli stradali caduti perché evidentemente piantati male a terra – prosegue – resto sbigottito davanti all’indifferenza delle istituzioni davanti ad un quartiere molto popolato che necessita di opere primarie oltretutto già finanziate!

Oltre a risolvere le proprie bagarre interne, il Movimento 5 Stelle dovrebbe dare risposte concrete al territorio piuttosto che blindarsi dietro promesse mai mantenute”.

Marco Ottaviani

Giornalista, classe '78, svolge la professione da quasi vent'anni. Impegnato tra comunicazione politica ed istituzionale, nonché in alcuni ambiti dello sport, svolge numerose consulenze per aziende, enti pubblici e privati, associazioni di categoria.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: