Arte e Cultura

Il gatto nel bidet. Noir (il)legale a tinte pastello al Tetro Tor di Nona

Al Teatro Tor Di Nona Il gatto nel bidet. Noir (il)legale a tinte pastello di Gioacchino Spinozzi e Sara Calanna Con  Tiziano Floreani, Alessandro Eramo, Armando Puccio.Regia di Sara Calanna.

Vincitore nella sezione Miglior Spettacolo nell’ambito del Festival di Drammaturgia Italiana “Schegge d’autore 2015”, arriva al Teatro Tor Di Nona di Roma, dal 31 gennaio al 5 febbraio, Il gatto nel bidet: noir (il)legale a tinte pastello. Uno spettacolo esilarante, tra colpi di scena e battute ricche di humor, condite da situazioni paradossali.

In scena una coppia di intraprendenti avvocati: domenica che divide la sua giornata affollata tra impegni professionali e doveri di mamma… ansiosa e Piergiorgio, suo pentito marito, un avvocato in cerca di affermazione.

Nell’ “astuto” tentativo di dare una svolta alla sua carriera, Piergiorgio accetta un caso che si rivelerà assai pericoloso, visto che avrà a che fare addirittura con il crimine organizzato! E a complicare tutto…un gatto nel bidet.

Spinozzi e Calanna sono avvocati ed una coppia nella vita. Da più di dieci anni scrivono e recitano per il teatro partecipando a numerose rassegne nazionali e internazionali (e talora vincendo). “Il gatto nel bidet”, nella versione corto teatrale, è stato premiato come “miglior spettacolo” nella rassegna nazionale “Schegge d’autore” 2015 . Hanno una figlia ed un gatto.

Intero 12 euro – Ridotto 9 euro. Tessera annuale obbligatoria 3 euro

Info e prenotazioni Teatro Tor di Nona
Via degli Acquasparta 16
Dal 31 gennaio al 5 febbraio. Da martedì a sabato ore 21- domenica ore 18. Tel. 06 7004932.  teatrotordinona1@gmail.com

Sheyla Bobba

Classe 1978. Appassionata di comunicazione e informazione fin da bambina. Non ha ancora 10 anni quando chiede una macchina da scrivere come regalo per il sogno di fare la giornalista. A 17 anni incontra un banchetto del Partito Radicale con militanti impegnati nella raccolta firme per l’abolizione dell’Ordine dei Giornalisti e decide che avrebbe fatto comunicazione e informazione, ma senza tesserino. Diventa Blogger e, dopo un po’ d’inchiostro e font, prende vita il magazine online SenzaBarcode.it Qualche tempo dopo voleva una voce e ha creato l’omonima WebRadio. Con SBS Comunicazione e SBS edizioni si occupa di promozione editoriale e pubblicazione. Antipatica per vocazione. Innamorata di suo marito. Uno dei complimenti che preferisce è “sei tutta tuo padre”.

error: Condividi, non copiare!