Il Galateo Buddhista. Forma, Fede e Sostanza. Libreria Pagina2

Venerdì 18 novembre dalle 17,45, presentazione del Libro del Rev. Shoryo Tarabini, Il Galateo Buddhista. Forma, Fede e Sostanza.

Un tempio buddhista è un rifugio di spiritualità, concentrazione e meditazione, e un luogo dove una persona può cercare serenità e benessere, nonché approfondire la sua fede, e pratica personale, così come la sua ricerca della filosofia, storia, cultura e tradizione.

Questo libro è stato scritto con lo scopo di aiutare il lettore nell’arricchire la sua esperienza lungo il percorso della pratica e dello sviluppo, garantendo inoltre che gli altri possano trarre beneficio dalla gioia, e dall’ambiente tranquillo e spirituale di un tempio. Il libro è stato compilato originalmente per i credenti e seguaci laici della scuola della Nichiren Shū, ma contiene tante informazioni di base che può servire a qualsiasi persona interessata ad avvicinarsi al buddhismo o per approfondire la propria conoscenza, pratica e fede in qualsiasi tradizione.

Il libro discute la storia e evoluzione dei templi, filosofia di base buddhista, cultura, tradizione, condotta, il clero, il cuore della pratica, abiti, accessori sacri, e lo spirito di base di un praticante.

L’autore, il Reverendo Shōryō Tarabini

img_0697cittadino italiano e residente a Cereseto (AL), nato nel 1955 ad Oakland, California, è specializzato in studi buddhisti, lingue e letteratura orientali (giapponese e cinese moderno nonché classico). Dopo aver completato 4 anni di studio all’Università di California a Berkeley ha proseguito gli studi per 2 anni presso l’Asahi Institute di Tōkyō, altri 4 anni di studio all’Università di California a Riverside e la Minobusan University.

Ordinato novizio al Minobusan Betsuin di Los Angeles sotto il suo maestro, il Venerabile Shōkai Kanai, ha proseguito poi al tempio di Jōkyōji di Tōkyō e completato gli studi monastici della Nichiren Shū Shingyō Dōjō, con la qualifica di Kyōshi: insegnante e prete certificate dalla Nichiren Shū. Mentre lavorava al tempio di Jōkyōji, dirigiva simultaneamente il tempio Risshō Kessha di Tōkyō per 2 anni dal 2000 al 2001.

Nel 2001, designato Kaikyōshi – prete missionario speciale della Nichiren Shū – nel Sudest Asia e successivamente gli venne assegnato l’incarico del tempio di Londra e missionario per tutta l’Europa, diventando in seguito il monaco principale del tempio di Jōgyōji di Londra. Nel 2001, ha fondato la Nichiren Shū Italia, nel 2005 si è trasferito in Italia e stabilito prima a VillaSanta (Monza) e nel 2010 a Cereseto (Alessandria).

Il tempio Guhōzan Renkōji, il centro della propagazione della Nichiren Shū e ricerca degli studi del Sūtra del Loto per Italia, Francia, Spagna, Grecia e altri paesi europei. Negli anni successivi stabili. la Nichiren Shū Francia e Spagna dove oggi esistono 2 Dōjō affiliati al tempio Renkōji.

La comunità di Renkōji si trova oggi nella piccola città medievale di Cereseto nella provincia di Alessandria.

Il Rev. Shōryō Tarabini ha vissuto per un totale di circa 25 anni in Giappone, e da più di 46 anni segue il Buddhismo, il Sūtra del Loto, gli insegnamenti e tradizioni di Nichiren Shōnin. Parla correntemente il giapponese, inglese, italiano e spagnolo e ha una buona conoscenza di francese, ebraico, giapponese classico e cinese classico.

Ha contribuito alla traduzione e stesura di numerosi libri e saggi sul buddhismo, soprattutto il Sūtra del Loto e gli scritti e vita di Nichiren Shōnin, ed è autore di molti articoli e libri in lingua inglese, italiana, spagnolo, francese e giapponese.

Presentazione del Libro del Rev. Tarabini “Il Galateo Buddhista. Fede, Forma e Sostanza”. Edizioni Renkoji. Roma, Libreria Pagina2 (ex Orientalia). Via Cairoli 63, 00185 Roma.

Contenuto del libro.

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: