Federalberghi, a disposizione della Protezione civile per i terremotati

Federalberghi  a disposizione della Protezione Civile dopo il terremoto del 24 agosto. Intervista al presidente Giuseppe Roscioli

Federalberghi, come in altre occasioni dopo eventi sismici, si è posta a servizio della Protezione Civile per ogni forma di supporto alle famiglie sfollate. Anche dopo il tragico terremoto del 24 agosto ha messo a disposizione collaborazione e strutture, ne parliamo con il presidente Giuseppe Roscioli.

“Come purtroppo abbiamo avuto occasione di fare nei precedenti eventi sismici ci siamo messi a disposizione della Protezione civile per ogni forma di supporto e di sostegno alla cittadinanza coinvolta sensibilizzando le strutture alberghiere associate affinché le stesse contribuissero fattivamente alla raccolta di beni di prima necessità (acqua, generi alimentari, coperte, ecc.) per le famiglie degli sfollati.

L’esperienza ci ha insegnato che gli abitanti colpiti dal terremoto sono restii a lasciare il proprio territorio preferendo quindi rimanere vicino ai luoghi familiari, pertanto la collocazione presso strutture ricettive è da considerarsi residuale. Il nostro impegno primario è poi quello di non lasciare soli – anche attraverso il fondamentale coinvolgimento delle Istituzioni –  i numerosi imprenditori del settore turistico ricettivo che, unitamente a tutti gli altri imprenditori che hanno visto la loro azienda colpita da questa terribile tragedia, vanno supportati con ogni mezzo possibile per far sì che il tessuto imprenditoriale delle aree colpite dal sisma possa avere quella tenuta necessaria a tenere in piedi l’equilibrio economico-sociale delle aree coinvolte da questo terribile dramma.

Abbiamo inoltre intenzione di proporre alla Regione Lazio interventi che abbiano come obiettivo il sostegno alla scuola alberghiera di Amatrice attraverso la sottoscrizione di un protocollo d’intesa o una convenzione che agevoli l’ingresso nel mondo del lavoro per coloro che frequentano l’istituto.

Il mantenimento in vita delle aziende del nostro comparto

Come già comunicato dal presidente Federalberghi Lazio all’indomani del sisma abbiamo sollecitato da subito la Regione affinché adottasse i necessari provvedimenti di carattere urgente a sostegno delle imprese alberghiere del territorio.

Risulterebbe infatti allo stato indispensabile, al fine di garantire il mantenimento in vita delle aziende del nostro comparto e conseguentemente la salvaguardia del posto di lavoro di tutti coloro che operano all’interno delle stesse (ed in attesa di definire provvedimenti di carattere più strutturale), una estensione temporale dell’operatività, in relazione alla sola Provincia di Rieti, dello strumento degli ammortizzatori sociali in deroga di tipo conservativo (cassa integrazione) fino al superamento della situazione in atto (superamento che, viste le precedenti esperienze vissute su altri territori colpiti da sismi di analoga importanza, non potrà esserci prima di un anno dal verificarsi dell’evento stesso).

Pur consapevoli che per il raggiungimento di tale fondamentale obiettivo sarà necessario attuare una urgente modifica alle disposizioni normative di livello nazionale che regolano l’accesso alla Cassa integrazione guadagni, abbiamo tuttavia richiesto alla Regione il massimo supporto per il raggiungimento di questo vitale obiettivo, questione sulla quale la Regione si è già attivata”.

Il nostro personale ringraziamento a Federalberghi e al presidente Giuseppe Roscioli, per la nobile iniziativa e la disponibilità.

Sheyla Bobba

Classe 1978. È presidente dell’associazione SenzaBarcode, direttore e blogger dell’omonimo sito che si occupa di informazione su Roma. È docente di Academy SenzaBarcode e si occupa di web writing e comunicazione.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: