Strisce blu. Mazzata dai dimissionari della giunta romana

Strisce blu, da esponenti romani FdI-AN “giunta dimissionaria prepara altra mazzata ai romani”

Riceviamo e pubblichiamo

“In merito alle strisce blu nonostante le sentenze di Tar e Consiglio di Stato, avevano pesantemente bacchettato Marino annullando gli aumenti deliberati dal Campidoglio,  e benché vi sia un sindaco dimissionario ci pensa l’ex assessore alla Mobilità a continuare a pasticciare su questo tema. E’ notizia di oggi che il parcheggio entro le strisce blu, per ora solo nel centro storico, potrebbe aumentare da 1 euro a 1.50 euro all’ora, un provvedimento che riteniamo ingiusto e impopolare e che, sempre nella stessa area, eliminerebbe di fatto gli abbonamenti da 4 euro per 8 ore e quello mensile da 70 euro prevedendo anche che tutte le strisce bianche tra il confine della fascia 1 e le zone a traffico limitato verrebbero ridipinte di blu. In materia di trasporto pubblico la sinistra, in questi due anni e mezzo, non ha messo in campo nessun provvedimento migliorativo, non c’è stato alcun potenziamento della rete trasportistica locale e il nuovo piano generale del traffico urbano è un caos assoluto. Con una giunta ormai fuorigioco Marino e suoi ex assessori non perdono comunque occasione per dare una nuova mazzata ai romani, l’aumento delle strisce blu conferma come i danni fatti da questa pessima amministrazione continuano ad affossare la città”.

E’ quanto dichiarano in una nota congiunta gli  esponenti di Fdi-An, Fabrizio Ghera capogruppo in Campidoglio e Lavinia Mennuni consigliere capitolino e presidente della commissione Trasparenza e Andrea De Priamo portavoce romano.

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: