Fabio Zuffanti approda al Fasano jazz Festival 2015

Venerdì 12 giugno il prog-rock di Fabio Zuffanti approda al Fasano jazz Festival. SenzaBarcode è mediapartner ufficiale dell’evento.

Anche per questa edizione il Fasano jazz Festival volge al termine e ci saluterà con due serate che esprimono dell’essenza di questa ineguagliabile manifestazione, la comunicazione. La musica jazz nasce nelle case chiuse di Storyville a New Orleans, per intrattenere i clienti e le dame, ma soprattutto per dare la voce a chi non l’aveva. Ancora oggi mantiene questa sua caratteristica e gli artisti del Fasano hanno saputo enfatizzare le capacità comunicative di questo genere; per la penultima serata hanno voluto sperimentare e osare fondendo il jazz alla musica rock prog. L’Ultima serata del 16 giugno sarà invece dedicata a Frank Zappa, con un concerto incentrato sulla sua musica.

Venerdì 12 arriva uno dei musicisti più emblematici del nuovo prog-rock italiano: Fabio Zuffanti. Attivo con diverse formazioni dalla metà degli anni ’90 ad oggi (Finisterre, Hostsonaten, Maschera di Cera, Aries etc.), il bassista genovese è considerato tra i principali artefici del progressive contemporaneo e il suo ultimo disco La quarta vittima (2014) ha riscosso significativi responsi, come il libro che ha sollevato polveroni tra gli addetti ai lavori, il controverso “pamphlet ribelle” O casta musica (2012), che Zuffanti presenterà all’Opera Cafè prima del concerto. Nella ZBand compare anche Martin Grice, glorioso sassofonista dei Delirium dal 1972.

Programma:
venerdì 12 giugno
Teatro Comunale Sociale
ore 21

ingresso libero

FABIO ZUFFANTI & ZBAND

Fabio Zuffanti basso, bass pedal, voce
Giovanni Pastorino tastiere
Martin Grice sassofono & flauto
Simone Amodeo chitarra
Paolo Tixi batteria

——————————————————-

martedì 16 giugno
Teatro Kennedy
ore 21

Euro 5,00

Clelia Tesone

E m'abbandono all'adorabile corso: leggere, vivere dove conducono le parole. La loro apparizione è scritta; le loro sonorità concertate. Il loro agitarsi si compone, seguendo un'anteriore meditazione, ed esse si precipiteranno in magnifici gruppi o pure, nella risonanza. Una delle più belle citazioni di Paul Valery per molti, come me, che crescono tramite una pagina, che sia letta, scritta o studiata.

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: