Fasano jazz Festival: “The great jazz gig in the sky”

Seconda serata del Fasano jazz Festival: “The great jazz gig in the sky” con il trio composto da Raffaele Casarano, Marco Bardoscia e Boris Savoldelli. SenzaBarcode è media partner ufficiale dell’evento.

Il Fasano è tornato martedì 26 marzo con un’emozionate serata, che ha visto come protagonisti i ragazzi del Liceo Musicale Luigi Russo di Monopoli. Sabato 30 maggio Raffaele Casarano, Marco Bardoscia e Boris Savoldelli presenteranno al pubblico del comune pugliese “The great jazz gig in the sky” , ispirato alla musica dei Pink Floyd.

Non un semplice tributo ma una rilettura. D’altronde riprendere uno dei capolavori dei Pink Floyd con un trio voce-sax e basso impone una forte personalizzazione, all’insegna di una rivisitazione radicale: è quanto faranno Casarano, Bardoscia e Savoldelli con The Dark Side of The Moon, uno dei massimi bestseller della storia del rock, sabato 30 maggio al Teatro Sociale per la seconda serata del Fasano Jazz 2015. The Great Jazz Gig in The Sky è un progetto audace e sorprendente, che asseconderà le propensioni personali e la strumentazione anomala dei tre musicisti: la portata evocativa dei suoni acustici della voce umana, del sax e del basso è amplificata grazie all’elettronica, in omaggio a un jazz moderno che viaggia verso confini inaspettati, contaminato dal linguaggio delrock post-psichedelico e dell’elettro-acustica. Raffaele Casarano, Boris Savoldelli e Marco Bardoscia sono tre tra i maggiori esponenti del jazz italiano, noti in tutto il mondo grazie a concerti e collaborazioni: un autentico fiore all’occhiello per l’edizione della maggiore età del Fasano Jazz.

Sabato 30 maggio
Teatro Comunale Sociale
Via Nazionale dei Trulli
Fasano (BR)
ore 21.00

CASARANO – BARDOSCIA – SAVOLDELLI:
“THE GREAT JAZZ GIG IN THE SKY”
a trialogue based upon the music
of Pink Floyd’s Dark Side Of The Moon

Raffaele Casarano: sassofono
Marco Bardoscia: contrabbasso
Boris Savoldelli: voce & elettronica

Ingresso: euro 5,00

Clelia Tesone

E m'abbandono all'adorabile corso: leggere, vivere dove conducono le parole. La loro apparizione è scritta; le loro sonorità concertate. Il loro agitarsi si compone, seguendo un'anteriore meditazione, ed esse si precipiteranno in magnifici gruppi o pure, nella risonanza. Una delle più belle citazioni di Paul Valery per molti, come me, che crescono tramite una pagina, che sia letta, scritta o studiata.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: