Muratella, Vitinia e Marconi. Benedizione dei cani e dei gatti

AVCPP organizza la Benedizione dei cani e dei gatti ospitati a Muratella, Vitinia ex Poverello e Ponte Marconi ex Cinodromo e la Benedizione degli animali dei cittadini

Sabato 17 gennaio p.v., Festa di Sant’Antonio Abate, AVCPP-Associazione Volontari Canile di Porta Portese la onlus che dal 1997 gestisce i canili di Roma Capitale, ha organizzato la Benedizione degli Animali all’interno del canile comunale Muratella e dei due rifugi comunali Ponte Marconi ex Cinodromo e Vitinia ex Poverello.

Alle 10:00 saranno benedetti i cani presenti al rifugio Ponte Marconi ex Cinodromo (Lungotevere Dante 500), alle 11:30 i cani ed i gatti di Muratella (via della Magliana 856) e alle 13:00 gli animali ospitati nel rifugio comunale Vitinia ex Poverello (via del Mare km. 13.800) dove, per l’occasione, sarà organizzata una grande festa per tutti i cittadini che potranno portare tutti i loro animali di famiglia per ricevere la Benedizione.

Ad officiare le Benedizioni sarà Padre Giovanni, frate francescano parroco per decenni della Chiesa di San Francesco a Ripa Grande in Trastevere, prima chiesa francescana di Roma, il Santuario Francescano di Roma, l’unico convento dove abbia soggiornato San Francesco, e di cui se ne conserva la cella.

Al rifugio Vitinia ex Poverello sarà organizzata per l’occasione una festa dalle ore 10 alle ore 15 dove i cittadini potranno visitare – in compagnia del loro cane – non solo il parco canile ma anche la Riserva Naturale del Litorale Romano sotto la guida di naturalisti esperti. Saranno organizzati giochi per cani e per bimbi e saranno presenti educatori cinofili a disposizione per consulenze gratuite e consigli utili alla gestione ottimale del cane di famiglia.

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: