Il Natale alternativo di Rimini e della Riviera romagnola

Chi l’ha detto che Rimini e la Riviera vivono solo d’estate? Per Natale sono tantissime le iniziative organizzate per accogliere i turisti che vogliono trascorrere delle feste alternative.

Accostare il Natale a Rimini non è qualcosa che suona immediatamente alle nostre orecchie: siamo infatti più portati a pensare a località alpine (anche per i vari “cinepanettone” che mostrano spesso paesaggi innevati e chalet di montagna) o al massimo a mete esotiche.

E invece, la Riviera romagnola negli ultimi anni sta imponendosi come destinazione interessante per chi vuole trascorrere le proprie vacanze in un posto differente, dove non si creano pupazzi di neve ma sculture di sabbia, anche a dicembre. Ad accogliere i turisti sarà la solita cortesia e l’ottimo livello delle strutture ricettive, con gli alberghi che propongono anche particolari pacchetti promozionali: per avere un’idea di tutte le offerte basta cliccare su Expedia e selezionare l’hotel a Rimini che risponde meglio alle nostre esigenze.

Seguendo la Stella Cometa

 

Seguendo la Stella CometaIl più importante e suggestivo evento del periodo natalizio si chiama “Seguendo la Stella Cometa” ed è uno speciale tour di presepi di sabbia che unisce la Marina di Ravenna alle spiagge di Rimini, con creazioni di artisti di fama internazionale. Arrivata ormai alla terza edizione, la manifestazione quest’anno diventa “social”: sulla pagina Facebook ufficiale e sul profilo Twitter, oltre alle informazioni utili i visitatori e i partecipanti potranno postare fotografie e commenti sui Presepi con l’hashtag #Presepinriviera. La spiaggia libera di Rimini, in particolare, ospiterà la riproduzione dell’antico porto di Ariminum, con un Presepe di 70 metri che avrà come protagoniste le statue degli antichi abitanti del borgo marinaro, come artigiani, commercianti e ovviamente pescatori.

Tema storico scelto anche a Torre Pedrera, per la precisione tra i Bagni 64 e 65, dove rivivrà la Rimini di epoca romana, con delle opere che riprodurranno l’Arco di Augusto e il Ponte di Tiberio, accuratamente sorvegliate da una speciale delegazione della Legio XIII Gemina (una rievocazione della Legione Romana del 31 avanti Cristo). Questo presepe sarà ancora più speciale perché i visitatori potranno letteralmente attraversarlo, camminando lungo le strade fedelmente ricostruite in sabbia su una superficie di ben 6mila metri quadri.

Borgo Natale 2014

 

borgonatalerimini
Il Ponte di Tiberio è protagonista anche di “Borgo Natale 2014”, perché il ponte romano costruito sul fiume Marecchia festeggia i duemila anni di vita: fu infatti l’imperatore Augusto nel 14 a dare il via ai lavori, completati poi da Tiberio nel 21 dopo Cristo. Per l’occasione, il Borgo San Giuliano si veste a festa, con addobbi speciali e tante iniziative dedicate alla tradizione e alla solidarietà, come l’addobbo dei 18 alberi di Viale Tiberio con palline preparate dagli alunni delle scuole locali per l’A.R.O.P. (Associazione Riminese di Oncoematologia Pediatrica), il “Borgo Street Food”, il mercatino dei prodotti tipici, il “Borgo solidale”, mercatino organizzato dalle associazioni di volontariato riminese, il “Cesto del Borgo: il cesto a km 0” con gli stand dei produttori dell’entroterra o l’evento conclusivo “Befana Borgo Run”, una passeggiata lungo un percorso di circa 1,5 chilometri, pensata per famiglie e scolaresche (c’è infatti un premio speciale in materiale didattico in palio).

Ma ovviamente a Rimini non c’è solo sabbia e storia, ma anche mare: la città infatti ospita anche un meraviglioso Presepe sommerso, che viene recuperato dall’Adriatico con una particolare cerimonia nel giorno di Natale, quando dei sub lo tirano fuori dalle acque per lasciarlo in esposizione alla nuova Darsena fino all’Epifania. Gli spettatori potranno riscaldarsi con cioccolata calda, ciambelle e vin brulé offerti dall’organizzazione. Dalla tradizione all’innovazione con “Dentro la Natività”, uno speciale Presepe interattivo allestito nella chiesa di Santa Maria Ausiliatrice: la storia di Gesù viene così raccontata in quadri a grandezza naturale esposti in tredici stanze, resi “vivi” con oltre duecento movimenti meccanici tra manichini, effetti luce e zampilli d’acqua. Non mancano poi Presepi viventi, al centro storico o sulle colline, quelli etnici provenienti da tutto il mondo e, infine, quelli “dolci”, realizzati da ristoratori, negozianti ed esercenti sul lungomare di Viserbella.

Link Utili:

Seguendo la Stella Cometa

Ponte di Tiberio – “Borgo Natale 2014”

Arrivare a Rimini

Hotel a Rimini

Carmine Di Donato

Sin da piccolo ho avuto passione per l’informatica, e crescendo ho sviluppato una gran predisposizione per il disegno, ma anche per la natura, tanto che mi sono laureato in Scienze e Tecnologie per l’ambiente. Le mie più grandi passioni oggi? Scrivere, i Social Network e lo Sport. Seguitemi su: Twitter: @car_didonato o Google +: carminedidonato

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: