WhatsApp, arriva la spunta blu: cos’è e come evitarla

La nuova feature introdotta da WhatsApp non sembra sia stata particolarmente apprezzata dagli utenti: ecco cos’è la spunta blu e come evitarla.

Una novità che ha diviso l’utenza: in questi ultimi giorni gli sviluppatori di WhatsApp hanno implementato una nuova funzione che aggiunge, oltre alle canoniche spunte di invio e ricezione del messaggio, un ulteriore colorazione blu alla doppia spunta, la quale indicherà che il messaggio corrispondente è stato letto dal destinatario. È inoltre possibile visualizzare l’orario di lettura del messaggio, proprio come accade sul servizio di messaggistica fornito da Facebook: per fare ciò basta rimaner premuto sul messaggio e cliccare sull’icona raffigurante una “i”, visualizzata in alto.

Tale novità non ha però entusiasmato particolarmente l’utenza: in molti si sono lamentati in merito ad un’eventuale violazione della privacy di lettura, mentre altri utenti hanno accolto con soddisfazione l’approdo della spunta blu, visto che sarà inequivocabilmente possibile determinare se il destinatario abbia letto o meno il messaggio, capendo quindi se non ha voluto effettivamente rispondere.

Esiste comunque un metodo per evitare l’attivazione della famigerata spunta blu di WhatsApp, un metodo laborioso, ma comunque efficace: prima di visualizzare il messaggio bisogna attivare sul proprio smartphone la modalità aereo, la quale disattiverà la connessione. Adesso bisognerà aprire il programma, visualizzare il messaggio e richiudere il tutto: WhatsApp non invierà al mittente la notifica di lettura, visto che la connessione risulterà disattivata; una volta chiusa l’applicazione, sarà possibile riattivare la connessione.

In ogni caso, non vale la pena crearsi troppe paranoie: non è detto che una persona non voglia intenzionalmente rispondere ad un messaggio per cattiveria o per altro; spesso si è impegnati a lavoro, spesso non si vuole semplicemente rispondere perché non necessario. Sta di fatto che, probabilmente, sarebbe stato meglio se fosse stato possibile scegliere se inviare la notifica di lettura ai mittenti dei messaggi o meno, in modo da poter decidere se abilitare o meno tale possibilità.

Foto: datamanager.it

Giuseppe Senese

Sono un laureando in Scienze e Tecnologie Informatiche, che nutre anche numerose passioni come la musica, il cinema e il calcio. Adoro il Rock Progressivo degli anni 70' (soprattutto quello britannico e quello italiano) e sono un tifoso sfegatato del Napoli.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: