Impresa Italia, formazione e informazione

Al Salaria Sport Village taglio del nastro per Impresa Italia con Marco Ottaviani, Roberta Angelilli, Stefano Erbaggi, Marcel Vulpis. Formazione ed informazione, fondi europei, sostegno e trasparenza.

Impresa Italia intende farsi promotrice di iniziative dirette a tutelare tanto le imprese quanto i posti di lavoro che ad esse sono legati. La ragione è semplice: per fare il bene degli italiani e delle loro famiglie è necessario garantire lavoro e, per riuscirci, è assolutamente fondamentale sostenere chi l’occupazione la fornisce, ovvero le imprese, favorendone l’attività produttiva. Tutelare l’impresa, dunque, equivale a tutelare le famiglie” E’ questo l’incipit, la scintilla che ha dato vita ad Impresa Italia.

“Impresa e occupazione sono due elementi fondanti per quest’Italia” spiega Marco Ottaviani presidente di Impresa Italia e l’obbiettivo è essere un punto d’appoggio dove potersi riferire, che sia domanda o offerta lavorativa e non solo, anche creare un sistema che generi occupazione.

“Il primo problema che abbiamo riscontrato” continua Ottaviani “è che molte persone non sanno che ci sono questi bandi esposti” riferendosi ai fondi europei a disposizione delle imprese “molti non sono pubblicizzati nella maniera adeguata … oppure perché non riescono ad accedere fisicamente ad una pagina o non riescono a consultare un bando” . Ma Impresa Italia vuole essere molto di più che un mediatore tra chi eroga il bando e chi lo richiede, Roberta Angelilli, già vicepresidente del Parlamento Europeo, ci spiega che “le impresse sono lasciate sole nell’orientamento rispetto ai fondi comunitari, quindi il nostro obbiettivo è quello. Primo informarle, le imprese devono sapere quali sono i bandi disponibili e quai sono gli obbiettivi perseguibili e secondo hanno bisogno di essere sostenute nelle progettualità, quindi hanno bisogno di una vera e propria  assistenza tecnica. Questo comporterà la facilitazione rispetto a questi bandi e finalmente le nostre imprese che tanto si danno da fare, possono usufruire – come avviene a livello europeo – di finanziamenti, sgravi fiscali e opportunità a 360° che possono rappresentare un sostegno completo sopratutto in questo periodo di crisi”

Impresa Italia si propone su tutto il territorio nazionale e avvalendosi del sostegno di tanti professionisti è in grado di erogare servizi mirati e gratuiti, dal sito internet potete prenderne visione .

Stefano Erbaggi, vicepreseidente del Consiglio del Municipio XV, è presente nella doppia veste di politico e imprenditore “Impresa Italia è importante perché in questo momento il Comune, la Regione e lo Stato, non stanno fornendo dei servizi all’imprenditore ma stanno chiedendo solo una tassazione maggiore … parlo di imprenditori che ben volentieri assumerebbero una persona in più, farebbero un investimenti aggiuntivo… ” Con Erbaggi parliamo anche più specificatamente del nostro territorio, Roma e Lazio.

Durante la conferenza per il battesimo di Impresa Italia si è sottolineato come anche la cultura, oltre ad essere un bene inestimabile e da tutelare, sia un possibile mezzo per fare impresa, sempre Erbaggi “Fino adesso la cultura è vista come un fondo da cui attingere pagando semplicemente un biglietto, non può essere più così, quindi bisogna assolutamente investire meglio che non vuol dire solo maggior cifre, ma investire meglio creando un nuovo modo di vivere la cultura in Italia …”

Al tavolo anche Marcel Vulpis, giornalista economico “siamo ormai nel terzo anno di recessione, ci sono degli indicatori economici che non sono assolutamente positivi e… dal rapporto debito pubblico PIL che il 134%, la disoccupazione giovanile che è al 42.9, piuttosto che quella nazionale che è al 12.7 agli 80 mld di euro di consumi persi in 7 anni o il milione di posti di lavoro peri sempre in 7 anni… sono tutti dati che ci portano a fare una serie di riflessioni sopratutto di progettualità e Impresa Italia da questo punto di vista può essere una risposta per cercare di reagire.”

Una squadra, quella di Impresa Italia, pronta, preparata e a disposizione immediatamente per le imprese e i lavoratori. A seguire le interviste a Marco Ottaviani, Presidente di Impresa Italia, Marcel Vulpis, Giornalista economico, Roberta Angelilli, già vicepresidente del Parlamento Europeo, Stefano Erbaggi, vicepresidente del Consiglio del Municipio XV di Roma Capitale.

Per contattare Impresa Italia: www.assoimpresaitalia.it e info@assoimpresaitalia.it

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: