I concerti di Musicalista con Manu Chao, Bombino e tanti altri

La calda stagione dei concerti di Musicalista si apre con Amadoue e Mariam – Manu Chao – Bombino E Dubioza Kolektiv prosegue con Bassekou Kouyate & N’Goni Ba – Balkan Beat Box – Magnifico – Manu Dibango & Soul Makossa Gang – Enzo Avitabile e I Bottari –Ebo Taylor

Sabato 21 giugno è iniziata l’estate, Musicalista, l’agenzia di booking che si occupa della promozione di suoni e di culture di matrice locale in prospettiva globale, inaugura la bella stagione con un poker d’assi d’eccezione: il 26 giugno Amadoue e Mariam le stelle della musica world, ambasciatori contro la fame del Programma alimentare mondiale per l’Unione europea.

Porteranno le melodie funky e solari del Mali contenute nel loro ultimo album “Folila” al teatro Romano di Fiesole per l’anteprima del prestigioso festival Au Desert/Presenze d’Africa, il giorno dopo, il 27 giugno il loro scopritore e produttore, l’eclettico Manu Chao, vera bandiera della musica delle periferie del mondo, già eletto a simbolo del movimento no global, suonerà a Trieste a Borgo Grotta Gigante, per presentare il nuovo progetto discografico “La Ventura”.

Seguirà il 14 luglio il concerto di un’altra star della musica africana, Bombino, chitarrista del Niger soprannominato “Jimi Hendrix del deserto”, recentemente ospite di Fabio Fazio a Che Tempo Che Fa, che partirà in tour dal Pistoia blues in tutta Italia per portare il famoso desert blues che ha fatto guadagnare a “Nomad”, suo ultimo album prodotto da Dan Auerbach dei Black Keys, i primi posti delle classifiche dei migliori album del 2013. BOMBINO sarà in concerto anche Udine a villa Manin il 16 luglio, il 20 luglio al Festival Eutropia a Roma, il 3 agosto al Trasimeno Blues di Città della Pieve( Pg), il 14 agosto Bioparco Zoom di Torino, il 15 agosto al Mamma Blues Festival di Nureci (Or), i 16 agosto all’Ariano Folk Festival di Ariano Irpino (Av), il 17 agosto alla Festa di Radio Onda D’urto a Brescia, il 20 agosto a Paestum (Sa) per il Dum Dum Repubblic Festival e il 21 agosto a Orvieto per l’Umbria Folk Festival.

Il 18 luglio a Trieste al Guca Na Crasu Festival arriva il fenomeno musicale dei Balcani, i Dubioza Kolektiv gruppo che ha totalizzato milioni di visualizzazioni su Youtube proponendo un contagioso mix di ska hip-hop, reggae, dub, rock e folklore bosniaco che trascina il pubblico in danze gioiose ed energiche. L’esplosivo live si replicherà anche il 19 luglio al Volxtenda di Bolzano, il 13 agosto a Brescia per la festa di Radio Onda d’Urto e il 21 agosto a Vinadio (Cn) per il Fortissimo, evento organizzato dall’associazione Balla Coi Cinghiali.

La calda stagione Musicalista prosegue il 25 luglio: dal Mali arriva a Varese per il Black & Blue festival Bassekou Kouyate con il suo ensemble ‘Ngoni Ba. Maestro mondiale dello ‘ngoni, antichissimo strumento a corda della tradizione africana, Bassekou Kouyate proporrà un concerto straordinario che sarà replicato l’1 agosto a Summonte (Av) per il festival Sentieri Mediterranei.

Il 27 luglio al festival Onde mediterranee di Monfalcone (Go) arrivano i Balkan Beat Box, combo gipsy punk dalle influenze balcaniche, fondato da Ori Kaplan (già fondatore dei Gogol Bordello insieme a Eugene Heutz) emerso dalla scena musicale underground newyorkese nel 2005 con il primo ed omonimo album e oggi in vetta alle classifiche grazie al mash up con il singolo “Talk Dirty” di Jason Derulo.

L’1 agosto al festival Sentieri Mediterranei di Summonte ci sarà l’unica data del live di Magnifico, alias Robert Pesut, artista sloveno soprannominato “Madonna della Slovenia“ per la sua capacità di cambiare immagine tanto rapidamente quanto l’icona del pop americano. Lo straordinario musicista è reduce dal successo della colonna sonora da lui realizzata per il kolossal serbo “Montevideo Bog Te” dove duetta con il Grammy Award Luz Casal. Un cocktail speziato e ben miscelato di stili musicali con ingredienti funky, techno, twist, R&B e latini, che arrivano a flirtare apertamente con il cosiddetto “turbofolk” e con i ritmi balcanici.

Il 2 agosto al Dromos festival di Oristano dal Camerun arriva “The Lion of Africa”, Manu Dibango artista dalla versatilità infinita, in prima linea sul fronte della musica africana da più di mezzo secolo. Il talentuosissimo sassofonista e suonatore di marimba, suonerà indieme alla Soul Makossa Gang per presentare il tour “8 Decades”, che celebra i suoi 80 anni. Manu Dibango sarà inoltre ospite al Carpino Folk Festival (Fg) il 10 agosto nello straordinario live di ENZO AVITABILE, sassofonista e polistrumentista partenopeo insieme ai Bottari di Portico: un concerto intenso e nello stesso tempo pieno di ritmo e di emozioni, in cui Avitabile mette in relazione la tradizione arcaica contadina della Campania con il suono antico delle Botti e dei Bottari di Portico (le cui origini risalgono al tredicesimo secolo) quasi a richiamare antichi riti contadini.

ll 30 agosto a Brugnera (Pn) al Soundpark Festival (Parco di Villa Varda) con il live di uno dei musicisti più prolifici del Ghana, ultimo baluardo dell’afro beat, il chitarrista Ebo Taylor catapultato dalle superstar dell’hip hop americano Usher e Ludacris nel firmamento globale grazie al sample del brano Heaven. Taylor presenterà il nuovo album “Apiaa Kwa Bridge” registrato a Berlino con l’aiuto dell’Afrobeat Academy di Berlino, un ensemble di giovanissimi musicisti tra le migliori afro-funk band del mondo, per un concerto indimenticabile che mischia con disinvoltura rock, afro beat, blues, soul, jazz, fusion e funk.

Ma le sorprese dell’estate Musicalista non finiscono qua: presto sulle nostre frequenze nuovi, grandi, aggiornamenti!

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: