Flash: Consiglio regionale Valle d’Aosta rendiconto e assestamento

Seduta del Consiglio regionale: Approvati il rendiconto 2013 e l’assestamento 2014 della Regione Valle d’Aosta

Nella seduta di oggi, mercoledì 25 giugno 2014, il Consiglio regionale ha approvato, con 18 voti a favore (UV, SA) e 17 contrari (UVP, Alpe, PD-SVdA, M5S), il rendiconto generale della Regione per l’esercizio finanziario 2013 e l‘assestamento del bilancio di previsione per il 2014, modifiche a disposizioni legislative e variazioni al bilancio per il triennio 2014/2016. Contestualmente ha preso atto della relazione sul rendiconto deliberata dalla sezione regionale di controllo della Corte dei conti.

Sul disegno di legge riguardante l’assestamento sono stati presentati 11 emendamenti, di cui 3 dalla seconda Commissione, 1 dall’Assessore al bilancio, 1 dall’Assessore alle attività produttive, 3 + 1 subemendamento dal PD-SVdA e 3 congiunti dai gruppi UVP, Alpe, PD-SVdA e M5S. Gli emendamenti dei gruppi di minoranza non sono stati approvati.

Tra le somme impegnate nel 2013 spiccano i fondi per la sanità (281 milioni 773 mila euro), le spese per il personale (249 milioni 876 mila euro, che comprendono il personale regionale, direttivo e docente delle scuole e per gli interventi di settore), la finanza locale (238 milioni 872 mila euro), lo sviluppo economico regionale (106 milioni 720 mila euro). Il concorso della Regione al riequilibrio della finanza pubblica statale è stato, nel 2013, pari a 197 milioni euro.

L’esercizio finanziario 2013 chiude con un avanzo di amministrazione di 59 milioni 293 mila euro da attribuire all’esercizio 2014 con la legge di assestamento del bilancio. In particolare, 32 milioni di euro sono destinati alla riassegnazione di fondi Stato ed europei riportati da anni precedenti; 20 milioni sono per i fondi di rotazione presso Finaosta nell’ambito della funzione obiettivo “Sviluppo regionale“; 9,6 milioni rappresentano le spese per i corrispettivi a Trenitalia per i servizi di trasporto pubblico locale ferroviario (“Infrastrutture per mobilità e reti”); 2,3 milioni vanno al “Governo del territorio” per gli interventi urgenti di protezione civile nell’ambito della frana del Mont de La Saxe a Courmayeur; 1,2 milioni di euro vanno all’Usl per il finanziamento dei livelli essenziali di assistenza (Lea). Inoltre, nel disegno di legge di assestamento, 25 milioni di euro di IMU 2013 anticipati dalla Regione allo Stato per contro degli Enti locali verranno da questi restituiti e accantonati per il contributo al riequilibrio della finanza pubblica per il 2014.

SenzaBarcode Redazione

SenzaBarcode è informazione libera a 360° ! Si parla di attualità, politica, società, cultura, famiglia ma anche notizie e articoli su argomenti più leggeri come lo sport, internet e MOLTO ALTRO! Notizie fornite con occhio personale ma aperto a commenti e dibattiti. Nella redazione di SenzaBarcode lavorano molte persone diverse tra loro ciascuna con la sua storia ed il suo bagaglio culturale, ed è questa disomogeneità – unita al rispetto – che fa sì che l’informazione sia sempre genuina, priva di condizionamenti di qualsiasi tipo e specialmente multi laterale. Tante penne per fare informazione libera e di qualità. Le regole in SenzaBarcode, rispetto della dignità umana e nessun tipo di violenza.

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: