Recensione: Perché ne sono innamorata Elena G. Santoro

Intrecci paralleli, è la prima frase che m’ispira questo libro. Sapientemente e  aspettative.  E una “scusa” che vince su tutto: Perché ne sono innamorata!

 

Edizioni Montag edita l’esordio di Elena Genero Santoro, classe 75. Mamma e moglie, un impiego nell’industria automobilistica. Impegnata nel sociale è donna dalle mille risorse, cucina, canta – sotto la doccia e in un coro della sua Torino – sottopone alla sua famiglia ricette di sua invenzione, appassionata di ginnastica artistica che ha pure praticato e impara dall’ape che “non potrebbe volare” ma in realtà fa pure il miele;  si diverte insomma!

Elena Genero Santoro, ha un blog dove ospita anche altri autori, segno evidente che per lei scrivere è amore e condivisione, non possesso e rivalità. Tanto basti, per ora, per comprendere l’autrice. La sua poliedricità, le diverse esperienze e la “filosofia” della sua vita: sono questi gli ingredienti che  le permettono di divincolarsi e raccontare, sapientemente, il suo libro. Perché ne sono innamorata non è una storia, ma una finestra aperta su delle vite, diverse ma connesse.

Si parla di dubbi, paure, speranze e qualche incomprensione, Elena usa le mail e il cellulare per farci sentire parte della vita di Futura, Manuela, Martina e Ljuda. E poi c’è Patrick, la corsa all’ospedale e la paura. La tentazione e la forza. Ha osato e c’è riuscita! brava Elena Genero Santoro!  E’ riuscita a parlare con molte voci diverse, l’esuberante, l’introversa, la sognatrice… Ma ha dato fiato anche a Marjorie, Elettra, Giovanni e a Iago.

Età differenti, storie intrecciate che divengono parallele e regolari, poi Elena mischia ancora le carte e il lettore è catturato…  senza scordare Massimo e la scelta di abbandonare un’abito che … insomma, non posso svelare oltre!

Io consiglio a tutti di leggere Perché ne sono innamorata, e fate un esercizio mentale: immaginatevi dell’età che volete, nel posto che preferite, in compagnia di chi desiderate, a questo punto con gli occhi chiusi e i pugni serrati dite “perché ne sono innamorata” … e sorriderete! quella frase è la svolta sapete! potete usarla quasi come una “scusa” anche per errori di gioventù…

Perché ne sono innamorata – che avevamo già presentato su SenzaBarcode – ha un seguito, si intitola L’occasione di una vita, solo in Ebook che ho personalmente appena scaricato! Elena la ritroveremo tra qualche giorno… c’è sempre qualcosa dopo…

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: