Come funziona il 10elotto?

L’Italia, si sa, è un paese di santi, poeti, navigatori e giocatori. Gli italiani amano il gioco, d’azzardo o legale, e lo Stato ne è perfettamente consapevole.

Nonostante gli svariati casi di ludopatia diffusa e di famiglie ridotte in miseria a causa dell’indebitamento da gioco, con una frequenza sempre più incessante nascono nuovi giochi, gratta&vinci, evoluzioni di giochi esistenti, tutti con l’unico obiettivo: farci spendere quanti più soldi è possibile.

Uno dei più recenti ritrovati del gioco legalizzato è il, nato da una costola del classico e tradizionale Lotto.
Il gioco del lotto è un gioco d’azzardo e probabilmente il gioco a premi più diffuso in Italia, disciplinato dalla Legge 2 agosto 1982, n. 528 e dal Decreto del presidente della Repubblica 16 settembre 1996, n. 560. La sua gestione è affidata all’Ispettorato Generale per il Lotto e le Lotterie, Direzione Generale delle Entrate Speciali, che ha sede presso il Ministero delle Finanze.
La gestione della raccolta delle giocate e dei pagamenti delle vincite è invece affidata in concessione a Lottomatica. Mentre il Lotto consiste in tre estrazioni settimanali (martedì, giovedì e sabato) che vengono effettuate a partire dalle ore 20:00 per undici ruote – Bari, Cagliari, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Torino, Venezia e Nazionale – il 10eLotto offre tanti modi per giocare e vincere.

Ma come funziona il 10eLotto?

Per effettuare una giocata al 10eLOTTO occorre scegliere quanti e quali numeri giocare, da indicare su una nuova schedina all’interno della sezione dedicata “Quanti numeri vuoi giocare?”; si possono inserire da un solo numero fino a 10 numeri, scelti ovviamente fra l’1 e il 90. Si hanno a disposizione tre modalità per confrontare i numeri scelti su 20 numeri vincenti:

1) Estrazione a intervallo di tempo: si confrontano i numeri giocati con i 20 numeri estratti automaticamente dal sistema nel corso di apposite estrazioni comuni a tutti i giocatori a livello nazionale. Le estrazioni avranno frequenza plurigiornaliera, intervallate da un tempo non inferiore a 5 minuti fra l’una e l’altra a partire dalle ore 5,00 fino alle ore 24,00.I numeri vincenti per ogni singola estrazione sono visualizzati presso le ricevitorie tramite monitor dedicati.

2) Connessa all’Estrazione del Lotto: si confrontano i numeri giocati con i 20 numeri presenti sulle prime due colonne del Notiziario delle Estrazioni del gioco del lotto corrispondenti ai primi e ai secondi estratti di ogni ruota con esclusione della ruota Nazionale. In caso di numeri ripetuti, per determinare i 20 numeri vincenti vengono presi in considerazione quelli risultanti dalle altre colonne del Notiziario delle Estrazioni a partire dalla terza colonna, iniziando dalla Ruota di Bari e proseguendo in ordine alfabetico.

3) Estrazione immediata: si confrontano i numeri giocati con i 20 numeri generati da un’estrazione immediata e personalizzata effettuata dal sistema e riportata nello scontrino di gioco.

Con il nuovo 10eLOTTO si può giocare da un minimo di 1 euro fino ad un massimo di 200 euro per ciascuna modalità d’estrazione.

Dopo una prima fase di sperimentazione sono state apportate alcune modifiche che rendono il gioco ancora più accattivante. Ora ogni giocatore può personalizzare il proprio pronostico anche in ragione della vincita desiderata. La posta di gioco è fissata in 1 euro, e l’importo massimo della vincita non può superare i 6 milioni di euro.

Il Lotto, come altre forme di gioco d’azzardo legalizzato, generano in Italia un giro d’affari ci circa 90 miliardi di euro, ovvero il 4% del prodotto interno lordo italiano. Un vero e proprio bancomat per lo Stato, che riesce attraverso la dipendenza dei propri cittadini a ricavare un bel gruzzoletto attraverso l’imposizione fiscale.

Poco importa se nel nostro paese di contano circa 700 mila di persone affette da ludopatia, il 2% circa della popolazione italiana, mentre 1 milione e 700 mila sarebbe da categorizzare come soggetti a rischio.
È come il mercato del tabacco, ci dicono che fa male, mettono divieti e manifesti funebri sui pacchetti di sigarette, poi appena c’è bisogno di un extra gettito fiscale sono tutti pronti ad aumentare le tasse.
Come in ogni caso, la migliore soluzione è sempre la moderazione.

Carmine Di Donato

Sin da piccolo ho avuto passione per l’informatica, e crescendo ho sviluppato una gran predisposizione per il disegno, ma anche per la natura, tanto che mi sono laureato in Scienze e Tecnologie per l’ambiente. Le mie più grandi passioni oggi? Scrivere, i Social Network e lo Sport. Seguitemi su: Twitter: @car_didonato o Google +: carminedidonato

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: