Orto sul balcone senza spazio? Basta metterlo in verticale

Insalata e prezzemolo fresco e attaccato al muro. Un orto sul balcone nel cuore della città

C’è chi non potrebbe addormentarsi senza il rumore dei clacson, di una sirena lontana e magari non rinuncerebbe mai alla metropolitana sotto casa, senza però farsi mai mancare un ciuffo di prezzemolo fresco e biologico – meglio se seminato nel terriccio arricchito dal compost casalingo – a tutto questo c’è un’unica soluzione, un orto sul balcone! Certo, ma se si ha a disposizione solo un metro lineare che si fa? Semplicemente si utilizza il muro.

Un orto sul balcone è quanto di meglio io possa augurare a una mamma che decide di preparare omogeneizzati e minestroni, a chi non vuole rinunciare a rosmarino appena colto per marinare la carne o a chi vuole mojito profumatissimo ad ogni ora. Con un po’ di fantasia si possono metter in pratica molte soluzioni. Quella che vi propongo io è frutto di una “illuminazione”  che ho avuto una sera mentre bazzicavo nel solito mio adorato gruppo “te lo regalo se vieni a prenderlo – Lazio” del quale avevo scritto tempo fa.  Quella sera avevo stabilito che un’orto sul balcone dovevo assolutamente averlo; l’analisi dello spazio però stava per farmi desistere. Ma ecco che la mia mania del riciclo è arrivata a risolvere il problema: barattoli d’alluminio. Allora un post di ricerca e tanti barattoli sono arrivati da chi li ha conservati  appositamente per me ma anche da chi aveva studiato un uso differente e me ne ha donato una parte.

Il mio orto sul balcone è composto da circa 40 barattoli – tendono ad aumentare – 12 tasselli, 2 metri di rete di plastica, un paio di metri di filo da giardiniere, terra e semi.  Luce del sole, acqua, qualche chiacchiera – secondo me parlare alle piante serve sempre – e il resto dipende da pollici, lune e anche un po’ di attenzione. L’orto sul balcone che vi propongo è adatto a piantine tenere di insalata, prezzemolo, basilico e menta, erba cipollina e fiori di campo. Anche l’aglio ma consiglio di evitare il rosmarino o la salvia che hanno un fusto rigido e che necessita di più spazio.

Naturalmente non vanno bene i barattoli d’alluminio per i pomodori o le zucchine, anche se per quest’ultime si possono trovar fantastiche soluzioni rampicanti! Un orto sul balcone è caratterizzato da diverse parti ed elementi e cerca di sfruttare al meglio ogni spazio; in questo tutorial vi consiglio come usare il muro!

Conservate qualche barattoli d’alluminio perché il prossimo progetto ne prevede l’uso e sarà molto “scintillante!”. Buona visione, come sempre aspetto i vostri consigli! Buon orto sul balcone e … sul muro!

[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=os4R0GBhV7g[/youtube]

Sheyla Bobba

Sheyla Bobba, classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. Nello stesso anno, la collana editoriale SenzaBarcode prende una forma concreta, alla fine dell'anno successivo ha in catalogo 14 titoli, la collaborazione con CTL Editore diventa più solida e performante. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. Le presentazioni dei libri aumentano a dismisura: online e offline, interviste per la WebRadio, articoli, vere e proprie conferenze, convegni e dibattiti. Gli autori emergenti hanno ormai un ruolo di primissimo piano nelle mie attività. Nel 2022 chiudiamo l'Associazione culturale SenzaBarcode e SBS Comunicazione è diventato ormai una realtà affermata, riferimento di Autori emergenti. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.sbscomunicazione.it - www.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it - www.libri.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: