Un tango per Marwan Barghouthi. La campagna a Roma #Sipuòfare

Dal 13 al 17 aprile settimana di iniziative nazionali della Campagna per la libertà di Marwan Barghouthi e dei prigionieri palestinesi e ricordare Vittorio Arrigoni

Dal 13 al 17 aprile è la settimana di mobilitazione per la libertà di Marwan Barghouti e di tutti i prigionieri palestinesi. Tre gli anniversari da non dimenticare: il 13 aprile, morte di Vittorio Arrigoni, il 15 aprile, sequestro di Marwan Barghouthi e il 17 aprile, giornata internazionale per la libertà dei prigionieri palestinesi. Il Comitato Italiano della campagna invita ad organizzare iniziative a livello locale, già in alcune città italiane sono state organizzate iniziative di protesta, culturali e commemorative.

In particolare, il 15 Aprile, la città di Palermo conferirà la cittadinanza onoraria a Marwan Barghouthi che verrà consegnata a sua moglie Fadwa, mentre il 17 aprile in tutto il mondo ci saranno manifestazioni per chiedere la liberazione degli oltre cinquemila detenuti palestinesi. Tra di essi ci sono 155 – di cui 13 parlamentari – in “detenzione amministrativa” ed oltre 154 minori di cui 14 al di sotto dei 16 anni. Solo nell’ultimo decennio circa 7.000 minori sono stati arrestati e detenuti nelle carceri israeliane ed oltre il 90% di essi ha subito torture.

“Così come il rilascio di Mandela e dei prigionieri anti-apartheid ha aperto la strada alla libertà, alla pace e alla riconciliazione in Sud Africa – scrive la moglie ed avvocato di Barghouti, Fadwa – il rilascio di Marwan e di tutti i prigionieri palestinesi sarà fondamentale per raggiungere questi scopi. La libertà è precondizione della pace. Chiedere il rilascio di Marwan significa contribuire a denunciare un vergognoso sistema che viola i diritti di tutti i prigionieri”.

Fadwa sarà in Italia per partecipare alla settimana di iniziative nazionali.

Campagna per la libertà di Marwan Barghouthi e i prigionieri palestinesi Dal 13 al 17 Aprile con Fadwa Barghouthi avvocato e moglie di Marwan.

13 aprile ore 15.30 a Bulciago per ricordare e onorare Vittorio Arrigoni, Luisa Morgantini presenta la Campagna per la libertà di Marwan e prigionieri palestinesi

14 aprile ore 10.00 a Firenze – Palazzo Medici Riccardi con Fadwa Barghouthi il Comitato e il Presidente della Provincia di Firenze

15 aprile alle 16.00 al Comune di Palermo – il Sindaco Leoluca Orlando conferisce la cittadinanza onoraria per Marwan a Fadwa Barghouthi

ore 18.00 teatro Jolly con Fadwa Barghouti, Mai Alkaila, ambasciatrice palestinese in Italia e Luisa Morgantini – già Vice Pres. Parlamento Europeo – AssoPacePalestina a seguire.. Musica per Marwan .. e tutti i prigionieri palestinesi

16 aprile a Roma ore 18.30 Parco Ambasciata palestinese a Roma, Via Guido Baccelli, 10 . Ambasciata dello Stato di Palestina e il Comitato per la libertà invitano tutte e tutti a partecipare evento: “Solo gli uomini liberi possono negoziare” con Fadwa Barghouthi, a seguire.. pizzichi di sapori palestinesi e Artisti per la Libertà: musica, pittura, teatro e danza per Marwan ed i prigionieri palestinesi

17 aprile a Roma ore 18.00 a Campo dei Fiori, Giornata Internazionale per la libertà dei prigionieri palestinesi in piazza con Fadwa Barghouthi e musica, performance artistiche e flash mob.

Ed inoltre dal 12 al 29 aprile “Un Tango per la libertà: un Tango per Marwan e per i prigionieri palestinesi in 8 città italiane (Roma, Cagliari, Napoli, Milano, Torino, Firenze, Genova – Venezia) un iniziativa molto particolare e creativa con tanghi del mondo ed eventi artistici.

“Quando vi verrà chiesto da che parte state, scegliete sempre la parte della libertà e della dignità contro l’oppressione, dei diritti umani contro la negazione dei diritti, della pace e della convivenza contro l’occupazione e l’apartheid. Solo così si può servire la causa della pace e agire per il progresso dell’umanità” (M. Barghouthi) 

Sheyla Bobba

Classe 1978. Qualche titolo pubblicato qua e là parlando di questo e di quello. Inizio a lavorare con le parole quando ho 15 anni, in una redazione di un quotidiano locale: battevo i necrologi. Poi me li fecero scrivere. Ho scritto per la carta e poi mi sono innamorata del web writing. Ho costruito il mio primo (orribile) sito nel 2002, un .tk Nel 2012, dopo svariata acqua sotto i ponti e tante esperienze diverse ho fondato SenzaBarcode.it organo dell'omonima associazione. Gli obbiettivi principali sono: il diritto di tutti a fare informazione (ne consegue il dovere di tutti di informarsi) e il diritto alla conoscenza. Insomma, cosette. Nel 2019 (dopo 4 anni che ci rimuginavo, studiavo e prendevo coraggio) apro la webradio di SenzaBarcode: grazie a una meravigliosa squadra che credo mi trovi simpatica perchè proprio non mi molla. Il 2020 è l'anno della webradio, mi assorbe completamente (e io mi faccio assorbire per superare un anno a dir poco devastante). Tantissimi podcast, X numero di dirette e interviste, insomma l'esplosione. A gennaio 2021 grandi manovre per l'hosting: la webradio si sposta da una piattaforma esterna all'interno: i numeri salgono e salgono. A febbraio 2021 compilo questa biografia. Antipatica per vocazione. Innamorata di mio marito. Uno dei complimenti che preferisco è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: