Regione Lazio, Vincenzi (PD): con esenzione irpef restituiamo milioni al ceto medio

Regione Lazio, Vincenzi (PD): con esenzione irpef restituiamo centinaia di milioni di euro al ceto medio – comunicato stampa

Esenzioni Irpef: “minori tasse per centinaia di milioni di euro al ceto medio e sostegno a consumi”

“Il memorandum siglato oggi tra il presidente Zingaretti e le organizzazioni sindacali per l’estensione della fascia di esenzione dall’incremento dell’addizionale Irpef, rappresenta un risultato straordinario, centrato dall’Amministrazione regionale grazie alle politiche di contenimento delle spese e taglio degli sprechi avviate appena un anno fa. Evitiamo di mettere le mani nelle tasche di milioni di contribuenti e famiglie del Lazio, circa il 70% con redditi bassi e medi, rinunciando a centinaia di milioni di euro senza compromettere gli investimenti programmati e la solidità finanziaria dell’ente. Tutto questo a inizio 2013, con una Regione sull’orlo del default come certificato dalla magistratura contabile, era semplicemente impensabile”. Lo dichiara in una nota Marco Vincenzi, capogruppo del Partito Democratico al consiglio regionale del Lazio.

“Esentare i redditi fino a 28 mila euro dagli aumenti dell’addizionale regionale Irpef previsti già a partire dal 2014 – continua Vincenzi – è una concreta manovra di giustizia sociale. Si evita di colpire il ceto medio, fortemente penalizzato dalla crisi. E rappresenta anche un significativo contributo al sostegno dei consumi e quindi alla ripresa economica.

Questo risultato è anche un forte incentivo a proseguire sulla strada del rigore e del disboscamento di tutte le spese inutili. Stiamo dimostrando – conclude Vincenzi – che sobrietà di bilancio, equità e sviluppo non rappresentano un semplice slogan ma sono possibili, a tutto vantaggio dei cittadini del Lazio”.

Marika Massara

Nata e cresciuta in provincia di Milano, emigrata in Calabria, adottata da Roma, non posso che definirmi italiana. Amo la mia Calabria, il mare d'inverno e il Rock. Da sempre attenta alla politica (più che ai politici), non posso che definirmi assolutamente di sinistra. Segni particolari: Milanista sfegatata.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: