Aceb Associazione Città Eredi di Bisanzio. Sindaci russi e Regione Lazio

ACEB Associazione Città Eredi di Bisanzio. Sindaci russi e Regione Lazio

Russia e Italia insieme, nel segno dell’eredità bizantina. A Roma la prima assemblea ACEB. Associazione delle Città Eredi di Bisanzio. Oggi l’incontro dei sindaci russi con la Regione Lazio e Unioncamere

La delegazione russa dei comuni bizantini dell’Associazione delle Città Eredi di Bisanzio, giunti a Roma per la prima Assemblea ACEB, incontra questa mattina i rappresentanti della Regione Lazio e di Unioncamere. Si tratta del primo passo per la realizzazione di una cooperazione economica e turistica che veda protagoniste le regioni e gli enti locali di Italia e Russia. L’incontro di oggi chiude in bellezza la prima Assemblea dell’ACEB che ha riunito a Roma, presso Palazzo della Rovere, le principali città russe e italiane considerate a tutti gli effetti eredi dell’impero di Bisanzio. Comuni più o meno grandi che, grazie all’attività dell’ACEB e del suo Presidente Igor Danilov, hanno l’opportunità di promuovere i propri territori e le proprie bellezze, creando una rete di relazioni tra l’Italia e la Russia non solo culturali, ma anche economiche. Nella convinzione che riscoprire e valorizzare la cultura bizantina – che unisce Russia e Italia – sia un passaggio obbligato per conoscere ed affermare la propria identità e per creare legami solidi e duraturi tra i due Paesi. 

“Lo studio di Bisanzio – spiega il presidente ACEB Igor Danilov – è la base da cui partiamo per sviluppare progetti economici e turistici tra l’Italia e la Russia, sostenendo i comuni e aiutandoli a far conoscere le proprie ricchezze e tradizioni”.Tante le personalità che hanno partecipato ai lavori dell’Assemblea e al Forum scientifico sul ‘valore dell’eredità bizantina nella società contemporanea’. A cominciare dalla Commissione Turismo, Moda e Relazioni internazionali di Roma Capitale, convocata a Palazzo della Rovere proprio in occasione dell’Assemblea Aceb, e del suo Presidente Valentina GrippoUna presenza che sta a dimostrare che nonostante le difficoltà odierne di Roma Capitale, la XII Commissione – erano presenti gli On. Franco Marino, vice presidente vicario dell’Assemblea Capitolina; Luca Giansanti, presidente del Gruppo capitolino Lista Civica Marino Sindaco e Gianluigi De Palo, presidente del gruppo capitolino CittadiniXRoma – guarda già al futuro e pone le basi per una politica di sviluppo della Capitale che apra ancora di più le porte della città agli amici provenienti dalla Russia.

“L’impegno a promuovere e a consolidare le relazioni internazionali è tra le prime azioni che questa giunta deve perseguire – spiega il Presidente Grippo -. Come presidente della commissione Turismo e Relazioni internazionali, la grande sfida che sto cercando di avviare è quella di tradurre in atti concreti la grande voglia di partecipazione e di progettazione sui temi cittadini, dall’urbanistica alla mobilità sostenibile alle politiche sanitarie, che i rappresentanti della comunità internazionale ci dimostrano in ogni occasione, ma che spesso per ragioni burocratiche o assenza di interlocutori nella pubblica amministrazione restano energie frustrate. Sono convinta che questa sia la direzione giusta e l’unica attraverso la quale possiamo restituire uno sguardo lungo alla nostra città e aiutarla ad uscire dalla crisi attuale”.

Presenti all’incontro anche Riccardo Valentini, consigliere della Commissione Affari Comunitari e Internazionali della Regione Lazio; Eleonora Berti, coordinatrice del Programma degli Itinerari Culturali del Consiglio d’Europa; Alessio Ferrari Angelo-Comneno, presidente dell’Accademia Angelico Costantiniana e socio onorario dell’Aceb; Roberto Romano, Docente all’Università Federico II di Napoli; Giuseppe Chiaravallotti, ex governatore della Regione Calabria; Luigi Fedele, Assessore programmi di Trasporto, Internazionalizzazione, Programmi speciali Ue, Politiche euro mediterranee della Regione Calabria. Dalla Russia: il Vice Direttore dell’Istituto dell’Europa dell’Accademia delle Scienze della Federazione Russa (RAN) Alexey Gromyko; il Direttore del Museo statale Russo di San Pietroburgo e socio onorario dell’Aceb, Vladimir Gusev; il Professore della Scuola Superiore di Economia di Mosca, Sergei Ivanov. All’incontro di quest’oggi – organizzato grazie alla Regione Lazio, Unioncamere, la Fondazione Russkiy Mir, Eurispes e naturalmente ACEB – partecipano i sindaci delle città di Rostov Velikiy e Torzhok e il rappresentante della Regione di Yaroslavl; ad accoglierli l’Assessore allo Sviluppo Economico e alle Attività Produttive, Guido Fabiani; il direttore Regionale per il Turismo Gianni Bastianelli; il consigliere regionale della Commissione Affari Comunitari e Internazionali Riccardo Valentini. Ad Unioncamere, invece, li attende il Vice Segretario generale Sandro Pettinato.

Sheyla Bobba

Classe 1978. Un giorno ha pensato che SenzaBarcode era il nome giusto per definirsi, poi ha fondato il sito. Qualche tempo dopo voleva una voce, e ha fondato la WebRadio. Antipatica per vocazione. Innamorata di suo marito. Uno dei complimenti che preferisce è "sei tutta tuo padre". www.senzabarcode.it - www.associazione.senzabarcode.it - www.webradio.senzabarcode.it

6 pensieri riguardo “ACEB Associazione Città Eredi di Bisanzio. Sindaci russi e Regione Lazio

Cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Condividi, non copiare!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: